13 novembre 2013

la mia mela


Io al Paradiso non ci credo. Mi piacerebbe, ma sono nata atea e un pò anarchica, e ci sono rimasta.
Ho alcune idee anche su Dio e vorrei a volte crederci, semplicemente per rifugiarmici. Altre volte per chiedergli qualche risposta, altre volte ancora per mandarlo a quel paese.
Ma niente. Con me non funziona.
Non mi è stato insegnato, non l'ho cercato.
Ma qui apriamo un portone enorme e oggi non è il caso, ho dieci minuti a disposizione e voglio fare questa cosa.


Prima Enrica, ormai famosissima e adorata e poi l' altrettanto mitica Laura hanno fatto un elenco di cosa metterebbero dentro la loro mela del peccato.
Un elenco di cose per cui vale la pena mettere a repentaglio il paradiso. 

I minuti a disposizione sono diventati otto, quindi quello che viene viene:

essere atea
le mozzarelline fritte che vorrei in questo momento esatto
il sesso dopo una doccia calda e sotto un piumone
la solita tipa fighissima che non ci ha azzeccato con la mise del giorno
l'amica con cui bere quel bicchiere in più
il bicchiere in più anche senza l'amica
l'ultimo acquisto convincendoti che è l'ultimo mentre programmi il prossimo
i sabati mattina
pensare che ce la farò ad andare in tutte le parti del mondo
i week end senza figlio
i week end con il figlio
le fotografie ai visi dei bambini degli altri che sai terrai solo per te
alcune bugie
il far finta di lavorare
il non struccarmi mai
camminare sui muretti
il cedere su "un'altra storia dai"
guardare su e cercare l'inquadratura perfetta
qualche volta le parolacce, quando ci stanno bene
il sole di ieri
Saramago e Pessoa
i no, quelli miei
le scollature e i push up (sempre in abbinamento)
il rimandare a domani
il mio divano
il mio cappotto giallo
le montagne russe
Rothko e Rino Gaetano
le brioches alla crema della pasticceria in centro
la torta con le fragoline della pasticceria in centro
la pasticceria in centro
il mio blog
il mare di sera perchè non c'è nulla di più afrodisiaco
il punto g (questa l'ho scopiazzata da Enrica)
lui con il barbone come in questo periodo

tempo scaduto.
Torno a essere quella che non crede nel Paradiso.



17 commenti:

  1. Ho letto anch'io i due post in questione e non posso esimermi....vado a riempire la mia mela!

    RispondiElimina
  2. Ma dai......ma questi per i cattolici non sono peccati :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione! Ma non intendevo che lo fossero... Diciamo che sarei disposta a rinunciare al paradiso per queste cose!! ;)

      Elimina
  3. Le nostre mele non si assomigliano tanto ma... Le brioches alla crema e la torta alle fragoline ci starebbero benissimo anche da me! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Potrei fare pazzie per quelle... Oh si ci stanno sempre bene!

      Elimina
  4. E' un posto semplice e meraviglioso allora, il tuo paradiso :)

    RispondiElimina
  5. Solo un appunto.
    Il sesso sotto la doccia calda.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ed un bicchiere di vino appoggiato lì vicino...

      Elimina
    2. Anche così giusto! brava Velma! Devo dire che preferisco dopo, subito dopo sotto le coperte ha il suo perché!

      Elimina
  6. Bellissimo questo post...bella la tua mela. post di mamma piki e trovo questo tuo spazio straordinario davvero!! Un abbraccio... Rà di nonsoloincinta!

    RispondiElimina
  7. Io non credo all'inferno, quindi ci completiamo ;)! Ho provato a pensare alla mia mela ma mi è uscito davvero un quadro scarnino. Allora mi sa che mi tocca fare qualche esperienza eccitante e "peccaminosa", così poi avrei la mia lista!

    RispondiElimina
  8. C'è un motivo per cui, a pelle, sei uno dei pochi blog che seguo.
    Abbiamo molte cose in comune!
    Non ti leggo da un po', stasera recupererò!
    Un abbraccio,
    cate

    RispondiElimina
  9. Io nella mia mela metterei:
    -comprare troppe scarpe
    -gli amori platonici
    -la coca cola (perché vino rosso ne bevo ma con misura e poi fa bene)

    RispondiElimina