19 dicembre 2013

uacciu uari uari ua



Posso rimangiarmi tutto?
Tutto di quello che scrivevo qui lo scorso anno?
Grazie.
No, perchè in linea generale posso ancora essere d'accordo ma in pratica sono stata alla recita di Natale più bella del mondo.



Perchè lui ha cantato tutto, anche a squarciagola, di cuore, ridendo e con le dita nel naso, come sempre del resto.
Ma soprattutto sempre guardandomi. Era un concerto per me, per noi. Io lui e il suo papà.
E tutti i suoi amici. Che sono giustamente una cosa solo sua.
E io sono riuscita a trattenere le lacrime. Giuro. Anche perchè altrimenti Lui Grande mi avrebbe presa in giro per il tutto il duemilaquattorci/quindici. Tanto piango adesso che ne scrivo e sistemo le foto.
Lui era lì con quella stella sberluccicante sulla testa e la faccia buffa.
Lui si è alzato e mi ha fatto l'inchino, quello per cui mi aveva fatta sedere sulla seggiolina in centro al salotto per assistere alle sue privatissime prove.
Lui che la sera prima, al buio nel suo letto e dopo l'immancabile storia della buonanotte, ha voluto cantare mille e mille volte uacciu uari uari ua.
Lui che ama battere le mani quando siamo insieme a guardare qualcuno su un palco.Lui che sul quel palco ci è salito, visibilmente emozionato e ce l'ha fatta.
Anzi meglio, si è divertito.
E allora sì, mi rimangio tutto.
Quella mezz'ora di noi occhi negli occhi ha ripagato la ressa  per entrare, molto rock&roll, il caos del dopo dove tu avresti solo voluto salire sul palco e abbracciarlo in silenzio. La voglia di riuscire a spiegargli cosa è stato per te ma realizzare che le parole non ce la possono fare a raccontare, non sempre.
Perchè alla fine è stata una cosa piccola. Ma era la prima volta.
E insomma le prime volte, chevelodicoafare, sono le prime volte.
E sì, così le recite mi piacciono. Perchè piacciono a lui.
E' sempre molto semplice l'equazione.
Basta abbracciare i cambiamenti.

14 commenti:

  1. io ho la recita sabato, la prima volta per la duenne...non vedo l'ora!!!!!!!!

    RispondiElimina
  2. bellissimo il nostro campione, bellissima tu come sempre

    RispondiElimina
  3. ecco una cosa che mi dispiace che qui non si usa la recita di Natale...so già che sarebbe una grande emozione...goditela tutta Ceci...un abbraccio al piccolo campione

    RispondiElimina
  4. Che emozione la recita di Natale!
    Ma come hai fatto a trattenere le lacrime????

    RispondiElimina
  5. Vi immagini occhi negli occhi... chissà che emozione. Per te e per lui...

    RispondiElimina
  6. ma che, ha cantato lo stelliere anche lui? :-)))
    noi recita oggi, io occhio "languido" (benedico gli occhiali che nascondono un po').

    P.S.: che bello "abbracciare i cambiamenti! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì, stelliere come se non ci fosse un domani!!

      Elimina
  7. Pensa che piango io a leggerti...e domani tocca a noi! Mi porto un po' di fazzoletti!

    RispondiElimina
  8. Mi commuovo solo a leggere. ..figurati ♡♥♥

    RispondiElimina
  9. noi, causa malanni e febbre, ce la siamo persa...mannaggia :(
    e dev'essere stata una cosa da lacrimoni...la festina si teneva al centro anziani del paese, "gara canora" tra il coro dei nonnetti (2800 anni complessivi) e coro dei bimbi (350 anni complessivi).
    uff...

    RispondiElimina
  10. Che belle le recite dei bambini :D

    RispondiElimina
  11. Immagino quanta emozione....queste sono le Cose Belle...:)

    RispondiElimina