8 ottobre 2013

quasi vuota

Avevo sconfitto la paura quasi subito.
Avevo deciso che mi sarei goduta tutto senza timore, a cuore aperto, al massimo e così ho fatto.
Avevo voglia di urlarlo al mondo e l'ho fatto.
Avevo voglia di ridere e ho riso.
E rifarei tutto proprio così. E' stato un mese e mezzo bellissimo.
Poi è arrivato il sangue.
Il pronto soccorso.
L'ecografia.
Il responso: non vitale.
Si è fermato lì, a quell' attimo prima di diventare bambino. Quel bambino per cui io mi sentivo già mamma. Quel bambino che tanto volevo e tanto ho aspettato.
Ha voluto lasciarmi ancora tre settimane di meraviglia. Facendomi sentire che c'era, quando in realtà non era così. Ha aspettato a farmi sapere come stavano le cose.
La chiamano selezione naturale.
Il raschiamento è programmato per giovedì.
Il vuoto vero sarà dopo domani.
E quando mi verrà in mente nei momenti più impensabili.
Quest'avventura farà parte di me per sempre. Di noi per sempre.

Va bene così.
Al senso di impotenza di fronte alla natura ci avevo fatto l'abitudine.
Me lo ero dimenticata per un mese e mezzo. E non c'era sensazione migliore.
#ceciliaduecuori non c'è più. Ne è rimasto uno. E anche parecchio acciaccato.


75 commenti:

  1. Cazzo, cazzo, cazzo. Mi dispiace da morire tesoro.

    RispondiElimina
  2. Tesoro!!! Come vorrei tanto essere li vicino per abbracciarti.

    RispondiElimina
  3. Misspandorabis8 ottobre 2013 15:00

    Cecilia mi spiace davvero molto.....un abbraccio

    RispondiElimina
  4. Mi dispiace moltissimo, non so cos'altro dire. un abbraccio anche da parte mia

    RispondiElimina
  5. io non so che dire... solo che ti abbraccio. Forte.

    RispondiElimina
  6. Le mie parole nn ti potranno riempire. ti abbraccio forte, più che posso.

    RispondiElimina
  7. Cecilia non so che dire, anzi forse qualche imprecazione mi è uscita, non posso fisicamente ma vorrei poterti dare un lungo lunghissimo abbraccio e una spalla su cui poterti appoggiare.
    Kiki

    RispondiElimina
  8. un abbraccio, in silenzio e in punta di piedi.
    perché di fronte a certe cose io non trovo parole.
    perché di fronte a certe cose mi sento tanto piccola.
    un abbraccio.

    RispondiElimina
  9. Ti abbraccio forte, Cecilia. Forte forte. Non ho parole, non riesco a esprimere quello che vorrei dirti.
    Mi dispiace tanto.

    RispondiElimina
  10. Nessuna parola ti può confortare. Mi dispiace, davvero tanto.

    RispondiElimina
  11. No! Che dispiacere :(
    Ti stringo forte!

    RispondiElimina
  12. Cecilia io non so cosa dirti se non che sto soffrendo insieme a te, proprio ora, in questi giorni difficili. Lo so che non ti aiuta, so che non posso scrivere niente che possa farti star meglio. Eppure non posso fare a meno di piangere.Ti abbraccio

    RispondiElimina
  13. Oddio no.... Vorrei scriverti qualcosa di carino e sensato.... Ma purtroppo in queste circostanze penso non ci sia nulla di sufficientemente carino e sensato da dire

    RispondiElimina
  14. :-( e ci aggiungerei anche un " e che cazzo però" ! Ecco.

    RispondiElimina
  15. ti abbraccio forte
    e se ti va di parlare io ci sono.
    Adelia

    RispondiElimina
  16. no. no. no.
    ti abbraccio e piango un po' anche io....

    RispondiElimina
  17. Un abbraccio forte.
    Tu sei la sua mamma.
    Anche se col cuore frantumato.
    Ciao piccolo.

    RispondiElimina
  18. I nostri cuori, però, sono tutti vicino al tuo, ad abbracciarti... Forte forte...

    RispondiElimina
  19. Porca miseria, no... Mi dispiace tantissimo

    RispondiElimina
  20. Cecilia....... Ti abbraccio forte

    RispondiElimina
  21. Profondamente triste... Cecilia cuore grande fatti forza ... Resisti.

    RispondiElimina
  22. Cecilia cara..sarà un vuoto difficile..saranno giorni duri, cercate di farvi forza, state vicini. Vi abbraccio forte.

    RispondiElimina
  23. Un abbraccio forte forte forte....un bacino in fronte!

    RispondiElimina
  24. No no no..... Cavolo NO!!. Ma cavoli no!! Questo no. Mi dispiace tanto, davvero tanto, anche se non ci conosciamo. Ti abbraccio

    RispondiElimina
  25. Tesoro, solo un abbraccio.
    Hai già detto tutto tu.

    RispondiElimina
  26. Dovrei essere abituata a questo dolore, che ho vissuto sulla mia pelle per ben tre volte... Invece non ci si abitua mai, neanche quando capita ad un altra... Tutto quello che era stato insabbiato riaffiora, come un fiume in piena... Oltre il dolore, la rabbia e lo sconforto. Ma non possiamo far altro che stare qui e viverli. E vivere. E continuare...
    Mi dispiace tanto Cecilia, non ti conosco ma vorrei essere lostesso lì per abbracciarti stretto.
    E un bacio nel vento al tuo bimbo... che se n'è andato davvero troppo presto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. un abbraccio anche a te cara Federica....

      Elimina
  27. mi dispiace un sacco, non so che dire...

    RispondiElimina
  28. eh ma no...che brutto....mi dispiace tantissimo.

    RispondiElimina
  29. No Cecilia cara...non volevo leggere questo! Mi dispiace tantissimo. Ti abbraccio
    Alessia

    RispondiElimina
  30. Ti abbraccio col cuore, seguo il tuo blog da un po'. In punta di piedi passo di qui e leggo di te, ero felice, adesso ti stringo forte.

    RispondiElimina
  31. L'altro cuoricino ora è nel tuo, non se ne è andato e mai se ne andrà.
    Ti stringo forte.

    RispondiElimina
  32. L'altro cuoricino ora è nel tuo, non se ne è andato e mai se ne andrà.
    Ti stringo forte.

    RispondiElimina
  33. :***

    Cecilia ti abbraccio stretta stretta

    RispondiElimina
  34. Porca miseria...Un abbraccio. E una preghiera.

    RispondiElimina
  35. Nooooooooo, cazzo, no. Sii forte, per quello che puoi. Un bacio

    RispondiElimina
  36. :( mi spiace tantissimo... ti stringo forte!

    RispondiElimina
  37. Cavolo, non ho parole. Un abbraccio

    RispondiElimina
  38. Un abbraccio.. non c'è altro da aggiungere...

    RispondiElimina
  39. Ti abbraccio ... mi dispiace immensamente ...

    RispondiElimina
  40. Oh cara, mi dispiace tanto...che crudele la vita, non so che dire se non che non e' giusto e sono triste con te...Ha ragione pero' Francesca, il suo cuore restera' per sempre nel tuo cuore.
    Ti abbraccio forte. Non perdere la speranza.

    RispondiElimina
  41. Leggendo, mi è uscito uno spontaneo "Noooooo..." ad alta voce.
    Ma proprio spontaneo, dal profondo.
    Perchè non ci voleva.
    Ti abbraccio forte, per quel che conta.

    RispondiElimina
  42. Ogni parola che mi viene in mente suona inutile quindi vi tengo stretti nei pensieri, tu e tutti i tuoi cuori.

    RispondiElimina
  43. Mi dispiace tantissimo. Il commento di Francesca e' perfetto. Ti abbraccio forte.

    RispondiElimina
  44. Non ho parole ... Non è giusto ... E basta ...

    RispondiElimina
  45. Il mio commento ė vuoto.
    Come la mia testa ora.
    Ma voglio che tu sappia che sono qui.

    RispondiElimina
  46. Cara Cecilia leggo solo oggi
    e forse questo è proprio il giorno più brutto,
    il giorno dell'addio...
    Mi spiace immensamente per il vostro dolore
    ti abbraccio anch'io

    RispondiElimina
  47. NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO leggo solo ora e mi si riempie il cuore di dispiacere e tristezza brutta. Era così fantastico vivere questa gravidanza inaspettata con voi. Era davvero tutto bello e delicato. Ti abbraccio anch'io cuore acciaccato.

    RispondiElimina
  48. NO. oddio, Cecilia no.
    Mi spiace, tanto, tantissimo, per quel che vale.
    Un abbraccio, stretto stretto.

    RispondiElimina
  49. vorrei solo sapere come ti senti come stai oggi e farti sentire quanto ti abbraccio
    Lorentim

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie per pensarmi sempre e per gli abbracci...
      Sto.

      Elimina
  50. Era venuta qui a vedere come stavi e ho trovato questo post.
    Mi dispiace tantissimo e mi dispiace non poter dire o fare niente per farti stare meglio.
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  51. Anche io ero qui per cercare notizie di te. Queste non avrei mai voluto leggerle.
    So cosa provi. Lo so davvero, perchè saprai che è una cosa molto più frequente di quanto sia uso raccontare in giro.
    Mi dispiace, vorrei poterti dire che c'è una medicina da prendere per far passare tutto velocemente.
    La tua medicina è il bambino che hai già con te, e quello che verrà.
    Intanto ti abbraccio anche io.
    Silvia

    RispondiElimina
  52. Passo a lasciarti un altro abbraccio stretto. Ti penso

    RispondiElimina
  53. Leggo solo ora. sono in lacrime per te. un grande abbraccio!

    RispondiElimina
  54. Nooooo!
    Leggo solo ora e non sai come mi dispiace. Ma è capitato anche a me prima di quest'ultima gravidanza.... Riprova. Riprova il prima possibile. Noi abbiamo fatto così.
    Ti abbraccio forte

    RispondiElimina
  55. Anch'io ti penso, ieri sera la mia candelina era anche per il tuo piccolino.

    RispondiElimina
  56. Tesoro mi spiace immensamente...

    RispondiElimina
  57. Mi dispiace tanto.. e non puoi sapere quanto ti capisco.. non aggiungo altro. Un grande abbraccio

    RispondiElimina
  58. ...non ci conosciamo ma ogni tanto vengo a leggerti...ho gioito per te quando ho letto della tua gravidanza, perchè da mamma so quanta emozione si può provare quando ci si accorge di aspettare un bambino e credo che a qualunque gravidanza corrisponda una gioa immensa...ho appena letto il post e ancora ho i brividi, ho sentito una fitta al cuore e anche se non ti conosco ho percepito tutto il tuo dolore...mi spiace davvero credimi...da donna a donna da mamma a mamma ti sono vicina, mi rattrista molto tutto ciò e penso che per chi lo vive sia devastante...posso solo dirti di abbracciare il tuo piccolo ometto e di non smettere mai di sperare...la vita è tanto crudele quanto meravigliosa...segui i tuoi istinti segui i tuoi sogni prova e riprova fino a che ne hai la forza e la voglia ma non smettere mai di crederci...ti abbraccio forte...
    Manuela

    RispondiElimina
  59. Oh ho letto adesso...quanto mi dispiace ...ti abbraccio forte forte forte.

    RispondiElimina
  60. mi spiace tantissimo! So quello che provi, ci sono passata anch'io...
    E' un dolore che ti distrugge perché tu già lo ami, lo ami da quando vedi le righine sul test di gravidanza.. eppure...
    Eppure credimi, ci si rialza. Fa male sempre, anche ora che ho avuto Edoardo, se ci penso fa male.
    Ma si va avanti, andrai avanti anche tu.
    Un abbraccio fortissimo
    Fede

    RispondiElimina
  61. Nooooo. Un abbraccio forte forte!

    RispondiElimina
  62. Ti racconto una cosa piccolina che non ho mai raccontato.
    Pigolino è nato il 27 agosto, 365 giorni esatti dal raschiamento.
    E no, non credo che sia un caso, e no, il dolore comunque non lo ha cancellato.
    Però ha cambiato il valore di quel giorno, per sempre.

    RispondiElimina
  63. mi ero persa questo post! ho letto ora quello del 2013 e ho visto che ottobre era il mese più brutto... ho sperato che non fosse per questo..
    mi dispiace tantissimo. di non averlo saputo subito e per quello che è successo. e soprattutto per non averlo letto subito.
    un abbraccio virtuale.

    RispondiElimina
  64. http://mammamogliedonna.it/2010/12/una-pagina-bianca.html

    RispondiElimina
  65. È incredibile quanto le nostre storie siano uniche e allo stesso tempo uguali alle altre. Come mi disse la gine del tempo "rimane il tempo per leccarsi le ferite" e rialzarsi perchè la speranza non ci abbandonerà mai ;)

    RispondiElimina
  66. ...questo post non lo avevo mai letto, ma ricordo cosa accadeva in ottobre.
    Mi dispiace non esserci stata per cullarti, come una sorella.

    RispondiElimina