5 ottobre 2012

"Ma, lo allatti tu?" "No, la vicina"

Allattare è relazione.
Allattare è fortuna.
Allattare è esasperante.
Ci sono pro e contro. Come per la maternità in generale del resto.

Non c'è niente che ti permetta di entrare di più in contatto con il tuo nuovo "coso" che l'allattamento.
Non c'è niente di più faticoso, che essere sempre lì, pronta. Non importa più nulla se hai l'estetista, se hai sonno, se vuoi vedere un'amica. Tu lo devi nutrire. Ogni rapporto dovrebbe avere, un momento di decompressione. Finchè allatti scordatelo.

Non c'è niente di più bello che avere due belle tette. E per quelle come me il passaggio da una seconda a una quarta è, vi assicuro, fonte di grandi soddisfazioni.
Se non fosse che tanto appena partorito sei ancora una balena e quindi le suddette neanche si notano in tutta quella rotondità diffusa.

Subito dopo il parto pensi che non proverai mai più tanto dolore.
Poi arriva la tanto cara montata (termine più brutto e antifemminile non riesco ad immaginarlo) e ti ricredi.

E' una comodità. Vai dove ti pare, puoi viaggiare, tanto basta entrare nella parte ed è fatta.
Quando allatti in giro tutti ti guardano con un misto di curiosità, schifo e imbarazzo. Della serie "faccio finta di non guardare ma guardo".
Però mi sono sempre detta: cavoli loro.

La birra fa buon latte. E' la prima cosa che mi ha detto la bisnonna (98 anni) quando ho partorito: bevi birra. Ovviamente ho obbedito. Non aspettavo altro.
Però non si può esagerare. Voglio vederti poi a dormire al massimo due ore di fila (quando va bene)dopo il bicchierino di troppo.

Il padre dopo quanche tempo comincia a nutrire una strana gelosia per la tua latteria ambulante e per quel legame così speciale che hai solo tu con il piccoletto.
Scommetto che se avessero le tette non durerebbero una sola notte nel periodo il-coso-poppa-in-continuazione.

Solo per citare alcune frasi celebri:
Devi dargli degli orari definiti.
Devi dargli il latte quando vuole.

Se allatti il bambino sarà più sereno.
Se devi impazzire per allattare non farlo, il bambino ne risentirà.

Non mangiare cosa strane altrimenti il latte avrà un cattivo gusto
Mangia di tutto così si abitua a gusti diversi

Noi ce la siamo cavata anche in questo. Il latte c'era e non sono impazzita del tutto. Ci siamo tanto coccolati ma mi sono fatta anche bellamente i fattacci miei mentre lui poppava. Mai letto così tanto.
Ho allattato fino a 11 mesi, è stata una cosa naturale. Volevo evitare il latte in polvere e così ho continuato finchè non è stato possibile dargli quello delle mucche vere. Ci sono anche rimasta male quando, quella mattina, non ha fatto neanche una piega, bevendo dal biberon, un latte diverso in braccio ad un papà gongolante. Per non pensarci la sera sono andata a ballare con le amiche, mettendo ancora in bella mostra la mercanzia che di lì a poco è sparita.

Morale: se puoi fai come meglio credi.

Questa era la settimana mondiale dell'allattamento
L'ho scoperto grazie a Mamasté



24 commenti:

  1. Caspita, hai smesso veramente da una sera all'altra?!? FANTASTICO!
    e per me... è un'utopia!
    se ti dico che il piccolo la prende ancora adesso, e ha un'età che mi vergogno a dire? con l'aggravante che ormai le belle tette se ne sono andate pure da qui ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si mi è andata bene! ma non vergongarti, non credo ci sia proprio niente di male nell'allattare a lungo!

      Elimina
  2. io ho allattato fino a5/6 mesi circa perchè non gli bastava più e aveva troppa fame, così ho iniziato latte artificiale e poi le pappe...fino a 1 anno che gli ho dato latte di mucca.. ognuno dovrebbe essere libero di fare quello che vuole con le proprie tette! :) le mie si sono sgonfiate e sono tornate piu piccole di prima! tristezza infinita! ;)

    RispondiElimina
  3. che poi se una fa come meglio crede, di sicuro sarà un successo!!!!

    RispondiElimina
  4. Bello e vero questo post, io prendo nota, soprattutto per il capitolo birra! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. assolutamente! non vedo l'ora che possiate brindare!

      Elimina
  5. Ahahah ahahah...che fai mi leggi nel pensiero? Anche io ho smesso di allattare in un giorno e con entrambi i figli e non mi è mancato per niente. Ottimo consiglio, io l'ho capito quando il mio primo figlio aveva 3mesi e avevo un pediatra schizzato che mi diceva delle cose tipo quelle scritte da te.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. i pediatri possono essere molto strani!!!!!!

      Elimina
  6. Ho smesso di allattare sei giorni fa.. latte finito, kaput!
    Disperata? No! Dispiaciuta? Sì!
    Esperienza positiva? Sì perchè ho fatto come meglio credevo e ho bevuto litri di birra!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. fare di testa propria e birra sono sempre un'ottima accoppiata per le esperienza positive!

      Elimina
  7. per me invece è stato un periodo da incubo. Purtroppo ho smesso dopo un mesetto perche' stava diventando una cosa insostenibile. Mio figlio era impaziente come pochi, non capivo se il latte arrivava o no e anche con il tiralatte era un'impresa. E in più mi sono complicata inutilmente la vita facendo la doppia pesata (i pediatri secondo me dovrebbero vietarla!)
    Confesso che aver smesso è stata una liberazione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi dispiace, ma l'unica vera frase celebre in cui credo è che è una cosa da fare se non ci fa diventare matte! L'amore ha mille modi per esserci. La doppia pesata è una stronzata, mette solo ansia... va pesato certo ma più che altro "ascoltato" il bambino!

      Elimina
  8. affrontare l'allattamento con serenità e senza farsi troppi problemi è l'unica via x sopravvivere. io sto ancora allattando (saltuariamente) mia figlia che ha 14 mesi ma vedo che sta iniziando a perdere interesse e quello x me è il momento giusto x smettere. ma mi mancherà.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beh ma ci saranno tante coccole al posto!

      Elimina
  9. E' vero, tutti hanno sempre consigli da dare, spesso non richiesti, anzi soprattutto.
    Pensa che io ho una quarta, sono arrivata all'ottava, poi di colpo facendo il trasloco il latte è finito, troppa stanchezza, ed io nemmeno mi sono accorta che avevo la metà delle bocce di prima. PdC strillava, non c'era più niente da succhiare ed ho realizzato che si erano dimezzate.....

    RispondiElimina
  10. bellissimo, verissimo e simpaticissimo post sull'allattamento.
    Io a volte ho provato anche invidia per quelle che "sai non ho il latte" e se ne stavano fuori casa per quattro cinque ore tanto c'era la tata.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì perchè è bellisismo ma come per tutti i rapporti se siete insieme sempre 7 gioni su 7 cominci ogni tanto ad aver bisogno di una pausa!

      Elimina
  11. Se passi da me, c'è una sorpresa per te! Ciao!

    RispondiElimina
  12. Ho letto volentieri il tuo post e mi sono ritrovata in alcune situazioni che descrivi, soprattutto nel fai come meglio credi!

    RispondiElimina
  13. Io l'allattamento l'ho vissuto male... era un bel momento mio e suo ma la stanchezza fisica, il fatto che toccasse sempre a me e che non potessi neanche fare una doccia mi pesava tanto. Non ero quindi di quelle che "lo attacco appena fa BA"... lo attaccavo quando era ora di mangiare. Da lì si mangiava, per dormire o altro c'erano altri modi che abbiamo trovato assieme. Però l'ho fatto perché gli faceva bene, perché ne avevo tanto ed era una pazzia smettere e non se lo meritava, perché sono stata fortunata. Alla fine lui a 10 mesi mi ha fatto capire che non ne voleva più, ha fatto tutto da solo!

    RispondiElimina