30 luglio 2012

la scuola è un valore

Vado a prendere il quaderno dei lavoretti del Piccolo Lui al suo asilo nido. Si perchè lui ha finito prima degli altri, del resto è da solo un mese che (poverino) è in vacanza. E da settembre si comincerà una nuova avventura. Maestre nuove e amici nuovi.
Un quaderno pieno, vivo, con bellissimi disegni, collage, il cd delle foto e video e la meravigliosa dedica della sua maestra. 
Fare le maestre è un lavoro importante, io per fortuna ne ho trovate tante che ci mettono il cuore. Quando lo capiremo, come Paese, che le maestre e gli inseganti sono fondamentali, che la scuola è un bene primario, importantissimo da valorizzare e non da strozzare? 
Solo la scuola, infatti, può farci diventare un Paese migliore, può farci crescere.
Grazie a tutte loro, che hanno contribuito a fare del bene al mio bimbo. Che hanno insegnato, che mi hanno consigliata e che ci hanno messo molto impegno.
Grazie ai suoi amichetti che sono stati i primi di una vita che spero conoscerà tanti amici, soprattutto quelli veri.
Grazie al Piccolo Lui, che è andato a scuola anche le mattine in cui avrebbe preferito stare a leggere libretti accoccolato con me; che ha saputo sempre riempire quei sensi di colpa, che vengono ogni tanto, divertendosi, non volendo più venire via quando andavi a prenderlo, raccontandomi tutte le cose curiose che faceva. 
Vedere le foto e i video del Piccolo Lui che impara, che ride, che abbraccia, che sperimenta senza di te è sempre strano, ma ne sono profondamente felice. Vedere che è Lui sempre, anche se tu non ci sei. 
Eccola qui di nuovo, la felicità malinconica.

9 commenti:

  1. che bel post! io ieri ho scritto un post sull'amicizia tra i piccoletti, ti va di passare a leggerlo così mi dici la tua esperienza? e magari mi dai qualche consiglio ;)
    ciao ciao
    http://mammastudia.blogspot.it/2012/07/come-nasce-lamicizia-tra-bambini.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ti ho scritto velocemente due righe sul tuo post (sono al lavoro!!) ma mi riprometto di scriverti un pochino di più, con qualche consiglio... in ogni caso il tuo è ancora proprio piccolino... vedrai che questo sarà l'anno in cui lo vedrai cambiare tanto anche con i suoi coetanei (dai 2 ai 3).

      Elimina
  2. Hai proprio rgione, sisottovaluta l'importanza delle care maestre. Son loro che formano(insieme a noi, certo) i nostri piccini, che danno valori e creano sogni.
    Io da settembre manderò il cucciolo al nido...e se da una parte son felice di riprendere in manola mia vita, almeno un po,dall altra ho un nodo in gola a doverlo lasciare a qualcun'altro. Non so una specie di gelosia....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lo so, ti capisco perfettamente... tieni duro il primo mesetto di nido è il più difficile ma poi vedrai che andrà bene!

      Elimina
  3. Ciao e piacere di conoscerti sono mamma di due gemelle di tre anni e mezzo, non le ho mai mandate all'asilo nido, ma dall'anno scorso vanno alla materna, sono stati un pò duri i primi giorni ma in linea di massimo sono state brave|

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! scopro con molto piacere il tuo blog! il mio bimbo comincerà la scuola materna a settembre e spero che i primi giorni non saranno come quelli del nido!

      Elimina
  4. grazie per il tuo prezioso commento sul mio blog, poi passando di qui leggo questo post meraviglioso e mi commuovo anche un po'...sono una di quelle maestre sensibilone che a volte si commuovono anche davanti ad un disegno.. :)
    continuo a leggerti, con piacere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie, io anche mi commuovo molto facilmente quindi non ti dico quando ho letto la bellissima dedica della nostra maestra! Siete un bene davvero prezioso e grazie per tutto quello di meraviglioso che fate!

      Elimina
  5. la Biondina frequenta quel determinato nido perchè la passione che le maestre hanno per il loro lavoro è stata palpabile già dal nostro primo incontro.. e dopo solo 6 mesi di "scuola" posso dire di aver fatto la scelta giusta. Vedere quel sorrisone luminoso ogni mattina, di fronte quel citofono che le dà un "buongiorno" pieno di entusiasmo, mi fanno andare in ufficio con il cuore leggero!

    RispondiElimina