26 luglio 2012

mai più senza


Ieri pomeriggio sono stata alla festa di una quattrenne senza il mio Piccolo Lui.
Mai più.
Io non ho molte amiche mamme, quelle poche che conosco hanno pupi più piccoli, e un po’ come me si sono improvvisate mamme. 
E poi ci sono loro. Le mamme da manuale. E mi dispiace per loro ma sono più vecchie. Quando si libereranno dei pargoli avranno sessant’ anni. Io ne avrò 45 al massimo (si perché a 18 anni fuori!!!!).
Quando partecipo a queste festicciole, di compagni di asilo nido o parentame, sono sempre con il Piccolo Lui e sto con il Piccolo Lui, gioco e devo dire che mi diverto anche molto!
Una volta una bimba mi ha chiesto:
“ma tu sei la mamma di lui?”
“Si”
“non sembri una mamma, sembri una babysitter”.
Il miglior complimento di sempre. Vista sua madre.
Ci sono quelle che “ma io non lascerei mai mio figlio due settimane da solo con i nonni al mare, io sto sempre con lui, un bambino deve stare sempre con la mamma”. Però parla solo di quanto è stanca e di come non ce la fa a fare tutto, di come non lo sopporta. Ma va beh.
Poi ci sono le mamme perfettine. Per una festa in giardino veste i figli di bianco e passa il pomeriggio a dire di non andare sull’erba che ti sporchi, non mangiare quella torta che se ti macchi poi non va via, non correre che sudi. Ma che l’hai portato a fare?!
Poi ci sono quelle che hai già visto molte volte ma parlano solo del momento del parto. E la storia l’hai già sentita tante volte. Si non è stato il momento più facile della tua vita, lo sappiamo, fattene una ragione, sono passati 3 anni.
E poi ci sono le mamme dei figli perfetti. Che ti tessono le loro lodi per un’ora per poi vedere questa povera creatura che ha un momento di difficoltà, si isola e sta in posizione struzzo cercando di nascondere la testa sotto la terra e invece di conforto si ritrova una che le dice: “dai su che figura mi fai fare?”
Lo so sono una criticona.
Ma di solito mi diverto alle festine perché me la spasso con il Piccolo Lui. E siccome i bambini degli altri non mi vanno così a genio se Lui non c’è mi annoio a morte. E così è stato.
Non c’era neanche un goccio di prosecco.
Sono sicura che alla mamma “una buona mamma non lascia suo figlio neanche per un istante” avrebbe fatto bene.

6 commenti:

  1. questo post avrei potuto scriverlo io...! mi trovo molto in sintonia con quel che hai raccontato. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, mi conforta molto sapere che non sono l'unica!!!!

      Elimina
  2. ahah! condivido tutto quello che hai scritto! a me una volta una bimba mi ha cheisto se ero la sorella di Dede!!! :) che bello... effettivamente dimostro meno degli anni che ho...a volte le ragazzine sembrano più grandi di me! meglio così! anche io ho notato che nella mia città la maggioranza delle mamme sono più "grandi"....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il bello di essere mamme giovani! Le mamme "esperte" e mature, quelle da manuale, in realtà ci invidiano molto! (per fortuna comunque non sono tutte così!)

      Elimina
  3. Criticona a rapporto!
    La categoria che preferisco è la "mamma-no".. "non urlare", "non ti muovere", "non toccare quei giochi che non sono tuoi", "non respirare".. Ma perchè non installarsi un bel putto in casa?

    RispondiElimina
  4. Ciao Verdeacqua, il tempo è un po più clemente oggi da noi.
    Volevo linkarti un post http://moniemom.blogspot.it/2012/09/bilancio-primo-anno-del-mio-non-blog-di.html, che è anche in risposta al tuo.
    Buona giornata
    Moni

    RispondiElimina