29 aprile 2015

ultimamente aprile


Ultimamente continuo ad avere sonno. E' diventato un sonno cronico, che annebbia le idee, le propensione al fare, l'irritabilità. Ci sono giorni che tutto va come deve andare e riesci persino a fare tutto addirittura in orario e giorni che ci si perde in un bicchier d'acqua. Giorni in cui il cervello, prima ancora del fisico che tiene botta, grida aiuto.

Ultimamente abbiamo festeggiato i suoi sei anni. Sei fa davvero effetto. Ci vogliono due mani se vuoi far vedere quanti anni hai. Sei ti fanno sempre meno piccolo. Sei anni di Lui. Di vita con Lui. Mamma mia.



Ultimamente proprio per il suo compleanno Lui ci è rimasto male per il nostro regalo. Perchè comincia a sapere davvero cosa vuole, perchè se lo ricorderà, come io ricordo la delusione quando come regalo ricevetti un piomone nuovo, una cosa che serve solo per dormire. Perchè i genitori a volte fanno regali secondo cosa piace a loro e non ascoltano proprio bene bene. No, non gli ho regalato un piomone però.

Ultimamente sempre riguardo al suo compleanno abbiamo rimandato la festa con gli amichetti di due settimane perchè le previsioni erano pessime. Poi quando ci siamo svegliati c'era il sole e vagli a spiegare che la festa era stata ormai rimandata e gli sarebbero toccati solo i parenti. Poi si è rimediato con una festicciola più piccola, amici nostri che anno generato amici per lui e una casa piccola e piena di confusione. Una torta, altre sei candeline, altre canzoni e brindisi, il regalo prima denigrato e poi di colpo diventato bellissimo perchè fatto in compagnia.
Sette bambini, sei adulti. Abbiamo perso la maggioranza.

Ultimamente Lei mette in bocca di tutto. Dalle cose commestibili ma davvero assurde come la buccia d'arancia o il cetriolo a quelle che no, non si mangiano. L'erba, le dita zozze del fratello, le carte, la carta in generale, la coda di Nina, il mio telefono, le mie chiavi, il barattolo della crema, le salviette, le scarpe.
Con questo figlio abbiamo deciso di usare la tecnica del fa anticorpi.



Ultimamente sempre Lei è un'esplosione di coccole. Il fatto di essere una di quelle definibili ad alto contatto la rende estremamente cara. Lei ti abbraccia davvero, a modo suo ti bacia, ti accarezza, ti ti tiene stretta. E tu diventi sempre e comunque un budino.

Ultimamente mi sono fatta male. Io sono abituata a farmi un pò male sempre, sono di quelle che urtano tutto, che sbattono sempre la testa nell'anta della cucina dimenticata aperta, che picchiano l'alluce contro le gambe del tavolo, che portano pesi neanche fossero culturisti e si ritrovano con le braccia doloranti per giorni. Per non parlare dei lividi, sempre un pò ovunque e di cui non conosci la causa. Beh, ultimamente mi sono fatta male sul serio. E mi girano un sacco. Sono caduta correndo e ho preso una storta bruttissima. Ho avuto una caviglia tipo pallina da tennis per giorni, male fisso per due settimane e volevano anche ingessarmi. Pare si siano sfilacciati i legamenti e adesso giro con un tutore e devo stare il più possibile ferma. Proprio ora che camminavo tanto e mi piaceva, proprio ora che stavo trovando un senso nell'andare a correre e che mi faceva stare proprio bene.

Ultimamente però è primavera. Che è sempre meglio dell'inverno.


Ultimamente è sempre casa e credo proprio che alla fine opteremo per il parquet. E' più forte di me. Non venite poi a dirmi te l'avevo detto però.

11 commenti:

  1. Mi spiace sul serio per la caduta. Ma tutto il resto dai mi pare ok, nel senso un regalo sbagliato ogni tanto ahimè tocca farci il callo, da grande o da piccoli. Lei mi farei sbaciucchiare pure io anticorpi compresi. Bacione Sandra quella dei libri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao bella Sandra dei libri, un bacio anche da me!!!!

      Elimina
  2. Ultimamente ho latittato nel leggere i blog che seguo. Ieri ho scaricato l'app di Blogloving e posso farlo ovunque mi trovi. Siete bellissimi

    RispondiElimina
  3. Mi è piaciuto molto questo post sai? è vero che "ci sono giorni in cui ci si perde in un bicchier d'acqua", ti trovi a fissare il bancone del supermercato e ci metti un'ora a comprare due cose, perchè il fisico è li, ma il cervello ti sta dicendo ehi fermati un attimo a riposare....è vero che a volte si sbagliano i regali, questo li fa anche crescere, però anche io ricordo la delusione per aver ricevuto una bicicletta rosa, e non azzurra.........il mio nano si mette in bocca pure lui ogni cosa, dalle scarpe della sorella agli sporchini che trova per terra.....non so se si faccia gli anticorpi o meno ma noi evitiamo che si faccia male con cose pericolose per il resto non si può star dietro a tutto ! un grande bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. brava, l'immagine del supermercato è perfetta!!!!

      Elimina
  4. I tuoi ultimamente sono sempre poetici, come le tue foto!

    RispondiElimina
  5. Mi dispiace per la caviglia!!!! Però le vostre foto sono stupende come sempre, e voi anche!!!! W la primavera, il compleanno del tuo seienne, e la tua pacioccona col cappellino a fiori!!! :)

    RispondiElimina
  6. la foto iniziale è SPETTACOLARE!
    e anche lui, il fratello maggiore, è veramente un bel tipo (hai generato figli con gli occhi speciali). Ancora auguri :-)
    Buona settimana donna! <3

    RispondiElimina
  7. Ma quanto mi piace leggerti e leggervi, e poi siete così belli...del parquet sappi che te l'avevo detto eh!!!!

    RispondiElimina