14 maggio 2013

quattro è un bel numero

Abbiamo finalmente fatto questa benedetta festa di compleanno con gli amichetti della scuola e non.
Perchè di festeggiare non finiamo mai.
Abbiamo aspettato fino a domenica scorsa perchè nei week end precedenti le previsioni erano sempre pessime e dato che l'unico modo per poter organizzare il tutto era sfruttare il parchetto dietro la scuola, il sole era l'invitato d'onore nonchè l'unico assolutamente fondamentale.
Ma ci ha fatto uno scherzetto. E' stata una festa lampo. In tutti i sensi.

Essendo il parchetto in questione quello dietro la scuola, e non quello più vicino a casa, non avevo nessuna esperienza in merito all'affluenza domenicale. Credevo di arrivare al parco e poter scegliere quale tavolino occupare, dove sistemare tutto e fare le decorazioni con i mille palloncini comprati in extremis il giorno prima. Povera illusa ma soprattutto povera pivellina.
Era tutto tremendamente occupato. Mille feste. Mille bambini. Mille compleanni.
Erano tutti organizzati. Tavoli, sedie, borse frigo, ho intravisto persino uno sdraio.
Nemmeno a Mondello il 15 di agosto ho visto tanta pianificazione.
"beh noi siamo arrivati alle otto questa mattina per occupare il tavolo" mi ha detto una delle mamme, credo la coordinatrice, di un duplice party.
"O cavolo, beh non lo sapevo, non immaginavo (ma siete tutti matti)??!!"
E così la nostra festa è diventata un compleanno pic nic, un pò sul muretto e un pò sul prato, all'ombra di grandi alberi e lontano dal caos.
Alla fine molto ma molto meglio così.
Anche perchè alle otto non sarei andata manco morta.

Così io, madre nata ieri, ho scaricato le mille scatole e borse, scacciato qualche formica e guardato male le nuvole che comparivano all'orizzonte. Il cielo era di un azzurro bellissimo. Le previsioni dicevano che sarebbe stato sole per tutti. La speranza era con me.
Dopo aver lavorato tutta la mattina a preparare panini, torte, attrezzature varie, non mi sarei fatta abbattere da nulla.
Il menù prevedeva:
paninetti di vari tipi (quelli alla Nutella sono andati a ruba, ma và?!)
tramezzini (cotto e brie - crudo e mozzarella - porchetta e gorgonzola - pomodoro e mozzarella)
pizzette di sfoglia
fragole e banane
pop corn e patatine
crostata di nutella
crostata di ricotta (God save Giallo Zafferano)
Succhi di frutta
Birrette e prosecchino per i grandi (e ci stava ve l'assicuro).
Poi all'appello c'erano un rotolo di carta per disegnare, delle bolle di sapone da giocoliere (quelle grandi, quando le ho trovate non ho saputo resistere!) e un sacco di ombrellini e cannucce colorate.
Non amo molto le bustine regalo per gli invitati, non ho nessuna voglia di fare anche quelle, preferisco sempre che si portino via un pezzo di festa. Una girandola, un palloncino, una cannuccia. Come l'amichetta di Pietro che più adoro, uno spettacolo di bambina, alta forse nemmeno un metro per i suoi cinque anni, sempre sorridente e con la battuta pronta, per niente interessata al rosa, che ha preso la sua cannuccia con orsetto e non l'ha più mollata. E' una forza della natura quella tipina. Non per niente si chiama come me ;)

Dicevo che è stata una festa lampo. In tutti i sensi. Dopo appena un'ora che eravamo tutti lì quelle simpatiche nuvole che prima erano in lontananza hanno deciso di avvicinarsi e nel giro di poco è sceso il diluvio.
Non un pò di pioggerellina. Tuoni e lampi.
E le mamme superorganizzate di cui sopra sono riuscite a raccattare tutto anche prima di me. Le ho intraviste piegare le tovaglie. Io ho buttato tutto alla rinfusa in una busta. Che ho rischiato poi anche di buttare con la spazzatura.
Però ha piovuto anche per quelle che erano lì dalle otto. Forse sotto sotto avevano fatto loro la danza della pioggia, sfinite e speranzose di tornarsene a casa.
Perchè io ero stremata dopo solo un'ora e mezza.

Ma non importa. Il nano si è divertito moltissimo. Ha sfoderato tutta la sua timidezza quando era il momento di ricevere i regali e l'ha abbandonata completamente quando si è trattato di andare a scalare la montagna fangosa proprio lì dietro, proprio fangosa.
Devo dire che anche io sto cominciando ad ambientarmi.
Ebbene sì, tadadadan, mi sto integrando con le altre mamme.
Devo ancora imparare molti nomi (quasi tutti ad essere onesta), ma sono sulla buona strada.
Il suo inserimento è durato un paio di settimane, io ci ho messo giusto qualche mese in più.
Non con tutte ovviamente, diciamo principalmente quelle i cui figli mi stanno simpatici.
Sono tremenda, lo so.






Tornati a casa, con nanetto piagnucolante perchè i tuoni proprio no, non gli garbano, e in più se gli fanno smettere la sua festa ti piacciono ancora meno, abbiamo trovato questo spettacolo:



180 gradi di arcobaleno.
La foto non rende. Ma era davvero bellissimo.
Il primo serio della sua vita.
Gliel'ho visto negli occhi.

Nonostante tutte le difficoltà, un lavoro frustrante, i desideri di pancia che non si realizzano, le corse di qua e di là, sono felice.
E mi commuovo anche solo a pensarlo.


30 commenti:

  1. I panini sono troppo belli, che voglia di mangiarli. Che brava!!
    L'arcobaleno è bellissimo, è tanto che non ne vedo uno.

    RispondiElimina
  2. Anche io faccio fatica a rapportarmi con la "casta delle mamme" ma bisogna sforzarsi o quanto meno farlo credere... questo è il mio trucchetto!

    RispondiElimina
  3. Una festa bellissima, complimenti, peccato per la pioggia, ma vabbè, il nano è riuscito a spegnere le candeline!
    E quell'arcobaleno era davvero fantastico, l abbiamo visto anche noi credo (domenica, se non erro!).
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  4. Insomma, un'ora e mezza in cui è valsa la pena di esserci!
    Complimenti deve essere stato tutto molto colorato e spensierato! A guardar le foto mi è venuta voglia di esserci!

    RispondiElimina
  5. Sei stata bravissima.
    Le foto stupende come sempre
    Bacio

    RispondiElimina
  6. caspiterina che bella festa!!!! Un compleanno breve ma intenso.... auguroni al tuo bimbillo

    RispondiElimina
  7. A causa del clima e di varie congiunture astronomiche avverse, l'anno scorso son riuscita a far slittare la festina - rigorosamente al parco pure io - di ben TRE MESI! [Che mamma scandalosa!]

    Le festine al parco senza grosse pretese son le migliori ;)
    Brava.

    RispondiElimina
  8. "Felice" è un progetto riuscito, come questa bellissima festa colorata.
    E l'arcobaleno è venuto a dirvelo :)

    RispondiElimina
  9. Ma che bello...! La festa al parco la sogno da anni...per ora non ci siamo proprio riusciti. E il primo arcobaleno è proprio una grande emozione. Auguri!!

    RispondiElimina
  10. L'arcobaleno è un'alleanza, un patto d'amore e la tua felicità ne è la riprova. Ti abbraccio e auguri per il piccoletto :)

    RispondiElimina
  11. E' vero le foto fanno proprio venire voglia di esserci...ancora auguri

    RispondiElimina
  12. Che forte, è proprio un periodo di compleanni e complimesi, in giro per i blog...
    Le tue foto sono come al solito bellissime e descrivono una festa con i fiocchi, anche se lampo..con finale a sorpresa!
    Piuttosto che andare a prendere i tavoli alle otto, avrei rinunciato a fare la festa!
    Comunque, mi sembra che tu te la sia cavata benissimo..i panini mi hanno fatto venire fame!

    RispondiElimina
  13. In primis, auguri al piccolo!!
    Anch'io ho il desiderio di pancia che non si realizza...
    p.s. come al solito bellissime foto ;)

    RispondiElimina
  14. Sei stata bravissima, io più in la della torta non saprei andare. Prenderò spunto perché tra poco saranno tre!!!

    RispondiElimina
  15. Complimenti!! Giuro che se avessi saputo dove e quando avrei fatto l'imbucata!

    RispondiElimina
  16. che belle le feste nei parchi!!! e soprattutto che bello sapere che si felice;-))

    RispondiElimina
  17. che meraviglia le foto e l'arcobaleno!e... auguri!!!!!

    RispondiElimina
  18. ...augurissimi! ma fantastica la festa in un parco (da queste parti non ne ho mai viste)! un abbraccio di felicità :-)

    RispondiElimina
  19. Io sono uscita dal tunnel delle feste di compleanno. Adesso Ciccio esce da solo con gli amici. Yeah! ;-)

    RispondiElimina
  20. che bella questa festa! tanti auguri!

    RispondiElimina
  21. Ecco, arrivare alle 8 di mattina per prendere il posto mi sa un po' di esaurimento nervoso...
    Comunque bella la festa, stupendi i panini, e, sì, God save Giallo Zafferano!!!

    RispondiElimina
  22. Auguri :)
    Posso soffermarmi sul braccio del festeggiato? Ancora cicciottoso ma wannabe bambino "grande"?

    RispondiElimina
  23. no vabbè...arrivare alle 8 del mattino non si può sentire!
    Tanti auguri al tuo piccolino...
    Alessia

    RispondiElimina
  24. Dicono che alla fine degli arcobaleni ci sia la pentola dei desideri. Spero che tu la trovi la ad aspettarti.
    Un abbraccio e tanti auguri al cucciolo.
    Raffaella

    RispondiElimina
  25. Anche noi abbiamo visto l'arcobaleno domenica! Il primo per due delle mie gnome.
    Foto bellissime, come sempre: hai un dono.

    RispondiElimina
  26. ed io mi sono commossa leggerti!!!
    ahhhh in quante cose mi ritrovo esattamente nelle tue parole:)
    cioè...io ancora non l'ho finito l'inserimento con le altre mamme... (sono un caso dipserato...io! che adoro la socialità, socializzo e relaziono sempre, adoro circondarmi di persone e confrontarmi...però mi piace farlo liberamente, nell'etichetta..."la mamma di ...proprio non mi ci trovo, non mi si appiccica addosso, per fortuna! e poi purtroppo io a scuola di Daddo ci passo 1-2 volte a settimana, non di +. purtroppo. )

    RispondiElimina
  27. Auguri... (pensavo di aver commentato)

    RispondiElimina