22 maggio 2013

amiche gattare help me!

Lunedì stranamente ha piovuto. E ovviamente io ero fuori con il nano e senza ombrello quando ha cominciato. Rientrati di corsa a casa abbiamo trovato lei.
Tutta bagnata nell'angolino del portone. Perchè non è che io abiti in campagna. Abito in pieno centro. Solo palazzi. Per carità nulla di newyorkese, parlo di puro stile veneto, strade fatte di sanpietrini e macchine. O meglio suv. Perchè nonostante le viuzze strettissime qui tutti si comprano i macchinoni. Per lasciarci poi la fiancata ad ogni curva. Cose a me incomprensibili.
Ma, a parte questo, non è un luogo da gatti, se non quelli perfetti e puliti da appartamento. Quindi non capita tutti i giorni di vederne uno minuscolo davanti a casa. Nel rumore, nel traffico e, come spesso ultimamente, sotto la pioggia battente.
Siamo rimasti lì, con lei tremante in braccio, sotto la pioggia completamente stupiti.
Come cavolo ci è arrivata qui? E adesso?
Dopo credo cinque minuti buoni a guardarci intorno, a osservare ogni macchina che passava come nella speranza di vedere alla guida una mamma gatta alla ricerca della sua piccola sperduta, siamo saliti in casa. Non in due, come eravamo usciti, ma in tre.

Allora, le cose stanno così: io non sono una grande esperta, direi che ne so molto poco.
Primo: è una lei. Me lo ha scritto La Simo su Istagram. I gatti di tre colori sono sempre femmine. E in effetti dopo un'attenta osservazione è così. Nessuna pallina rinvenuta.
Secondo: avrà circa due mesi, confermato dalla cognata che ufficialmente ne sa di animali ma gatti non ne ha mai avuti.
Terzo: Pietro è molto felice.

Ho provato per circa un giorno e mezzo a darle latte in polvere per gattini con una siringhetta (che in casa di una donna diversamente fertile è difficile che manchi), ma non è stata assolutamente di suo gradimento. Ho così riprovato la gioia di avere tutti i vestiti sporchi di latte. In questo caso anche pieni di peli.
Per fortuna oggi (dopo due giorni) ha cominciato a mangiare una pappetta per gatti che costa come l'oro.
Sa usare la lettiera. Io avevo già pregustato cacche ovunque e invece oh yeah!
Corre e salta. Il pelo è bellissimo. Insomma non ha nessun danno fisico. E' in forma la ragazza.
Semplicemente è' terrorizzata. Passa il suo tempo sotto il mobile della cucina, nell'angolino in fondo.
Se la prendi si mette anche a fare le fusa ma appena la lasci andare un secondo ritorna nel suo piccolo rifugio. Piange un sacco, ho come la sensazione che sia il tentativo di chiamare la mamma, ma non ci metterei la mano sul fuoco, mai seguito il corso di miao miao.
Il veterinario al telefono mi ha detto di lasciarla tranquilla e di portagliela solo tra un pò di giorni. Ma non può dirmi quanto ci vorrà perchè si ambienti a noi e ai nuovi spazi.
Abbiamo fatto i cartelli e li abbiamo attaccati in giro per la nostra via, ma come immaginavo nessuno si è fatto vivo.
Chi l'ha abbandonata sarà il protagonista delle mie maledizioni ogni volta che dovrò pulire la lettiera.

E così abbiamo un gatto.
Anzi una gatta.
NINA
(Nina la gattina, Nina la bellina, Nina la biricchina, Nina la caccolosina - Pietro credits)

Quindi, care amiche gattare, ditemi: quanto dura il trauma da abbandono per un gatto? Cosa posso fare?
No, perchè è bellissima, morbidissima e teneressima, ma mi mancava solo il gatto traumatizzato.




37 commenti:

  1. Latte diluito piace,da morire..ma fa poi tanta diarrea...regalargli una gatta a peluche così si sente meno sola...forse se persa..povera..ma è in buone mani..:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. latte niente ma ho seguito il tuo consiglio e adesso le fa compagnia una piccola tigra di peluche!

      Elimina
  2. Oddio oddio oddio ma e' splendida!!!
    Scusa non so esserti d'aiuto (il mio unico gatto l'ho adottato che aveva gia' 3 mesi), e comunque sono sprofondata in modalita' HelloKitty melassa a go go. Sopprimetemi ora.
    (oddio oddio oddio quant'e' bellaaaaa)
    (dai fidati del vet, vedrai che poi viene fuor dalla crisi, mi sembra una gattina in gamba)

    RispondiElimina
  3. E' vero, prova con un peluche sul quale possa dormire!
    E' bellissima!
    Allora, ti dico la mia esperienza: per il primo anno tutti i gatti sono un po' "ragazzini", nel senso che piangono/giocano/fanno casino ovviamente principalmente di notte. Poi però si calmano. Però in quell'anno di notti insonni loro sono meravigliosi!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  4. Eccomi, gattara all'appello! il trauma da abbandono dovrebbe durare poco, si fa prendere in braccio quindi non è proprio traumatizzata, solo un po' spaventata da tutte le novità (inclusa l'essere stata mollata sotto la pioggia in mezzo alle auto, ma porca @&€&@@). Fra qualche giorno la porti dal vet così potete programmare le vaccinazioni, magari porta gli un campione di feci (eh lo so...) così potrà vedere se ha bisogno di essere sverminata. Dalle foto sembra una micia in forma (nasino e occhietti vispi e puliti). È proprio carina!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. domani raccolgo e porto, grazie per la dritta, non ci avrei mai pensato!

      Elimina
  5. Dimenticavo: i gatti fanno le fusa anche quando hanno bisogno di farsi coraggio o consolarsi. Un po' come i bimbi piccoli con il ciucio... Piccina... :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in effetti è un piccolo trenino, fusa a go go!

      Elimina
  6. Gattara anch'io,
    l'ultimo abbandonato in una scatola da scarpe con 3 fratellini,
    se ricordo bene, il trauma dell'essere rimasto da solo, l'avrà superato in 2/3 giorni,
    qualche pianterello quando lo chiudevamo in cucina,
    due rassicurazioni e coccole, e poi si addormentava.
    A noi si stringeva il cuore quando chiudevamo la porta, ma è stato educativo,
    oggi è un gattone affettuosissimo, ma educato, e noi non ne siamo schiavi.
    In assoluto ti direi di star tranquilla, perchè la Nina è piccola dunque si ambienterà alla grande, e un gatto è stra stra stra facile da gestire..
    poi vabbò vuoi mettere il piacere di vedere Pietro crescere insieme a lei?
    Sì dai dai faccio pressioni...
    non la dare via per niente al mondo,
    basta annunci,
    Nina è già di casa,
    ...e poi potrebbe essere un nuovo soggetto per le tue fotografie
    mano di Pietro
    zampa e cuscinetti di Nina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti ho un nuovo soggetto meraviglioso! Pietro è felicissimissimo! Si fa un sacco di risate mentre la fa giocare!

      Elimina
  7. E' meravigliosa!Per la mia esperienza se ha 2 mesi e' "pronta" per una vita da sola (la mia gatta li cacciava via i suoi cuccioli!) quindi non ti preoccupare!
    Magari procurale qualche giochino 'soft" (anche il classico gomitolo va benissimo) e prova a incuriosirla per farla uscire e giocare con voi!
    Poi tanto affetto, coccole e .. diventera' una splendida gatta!!!!:)
    Che bello che l'avete adottata!!!!

    RispondiElimina
  8. Vedrai e' solo l'impatto dei primi giorni poi si troverà benissimo e si adatterà al nuovo ambiente ed a voi. Farà le fusa, si accoccolerà per ore sulle ginocchia, giocherà, correrà, si farà le unghie sulle tende, sui divani e sulle porte......(eh si fa parte del pacchetto gatto, quindi occhio!!!!!) ma sarà tenerissima e da quanto ho visto ha già scelto il suo " padroncino"!!!

    Non preoccuparti comunque i gatti sono molto autonomi!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in effetti il mio splendido divano ho paura avrà vita breve! Ha resistito a un figlio ma lei mi sembra molto più intenzionata a distruggerlo!

      Elimina
  9. tranquilla
    non dura molto
    per ora non forzarla
    aspetta che sia lei ad avvicinarsi, magari sedetevi nelle vicinanze del suo rifugio - non attaccati, ma a vista - e con qualche leccornia e un giochino ( basta una pallina di carta con un filo che vi consente di farla correre qua e là come se fosse un topolino e vedrai come si diverte )
    poi pian piano accarezzatela senza forzarla a restare in braccio
    vedrai che si abituerà subito e te la troverai anche nel bagno mentre fai pipì

    è bellissimissima
    e si, le tricolori sono sempre femmine :o)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ho aspettato e in effetti ha cominciato a cercarci lei... e io sono proprio contenta!

      Elimina
  10. che bella! Nina è il nome che avrei dato al mio gatto se fosse stato femmina!

    vedrai che si ambienterà in pochissimo tempo, lasciatela tranquilla che lei piano piano esplorerà il territorio e prenderà sicurezza. Potete darle un piccolo pupazzetto o una pallina di carta per giocare (il mio ha un pupazzino di pingu che era grande come lui quando è arrivato e ancora adesso è il suo migliore amico). Per il cibo prendi anche delle crocchette per i cuccioli, ricordo una gattina minuscola trovata da mia sorella che lei allattava con la siringa e poi andava a sgranocchiarsi coi suoi microdentini le crocchette del nostro gatto grande! sicuramente è già svezzata.
    e poi...godetevi questo nuovo arrivo che vi cambierà la vita!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dimenticavo. portala comunque dal veterinario anche se sembra in perfetta forma, di solito i gattini trovatelli hanno bisogno di essere sverminati e hanno le pulci, niente di grave insomma ma sono cose da fare e poi dovrà fare i vaccini.

      Elimina
    2. infatti il latte non le andava molto ma le crocchette sì!

      Elimina
  11. io ti dico solo che non potevi fare regalo più grande a tuo figlio!!! io ci penso spesso ma la nostra casa e piccola e abbiamo un mini-balcone...magari in futuro;-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche noi non è che abbiamo molto spazio fuori ma abbiamo deciso che la faremo divertire molto dentro!

      Elimina
  12. Meravigliaaaaaaaa come sai adoro i gatti!! Ma Nina è proprio bella eh!! Secondo me devi andare di svezzamento, prova subito con AD della Hill's è molto appetibile e morbido, pedro lo svezzai con quello mischiato a latte...ma secondo me ti mangia tutta la scatolina!! Prova a lasciargli da mangiare in un angolino e poi fate finta di nulla... si ambienterà subito!! Evviva i gatti!!! Amore puro... ricordati che "i Miao scaldano il cuore!"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non credevo l'avrei mai detto ma evviva i gatti davvero!

      Elimina
  13. Io non sono gattara e la mia gatta l'ho presa che aveva già 4 mesi ma ... avere un gatto è bellissimo! Ok, lettiera e peli in giro a volte rompono ma non c'è paragone rispetto a tutto l'amore che ti regalano.
    E poi lui e Pietro sono già grandi amici, vedrai che rapporto speciale avranno. Sono contenta che Nina vi abbia trovato (una mia amica gattara dice che i gatti non si scelgono, ti trovano loro) :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bellissimo, la tua amica è fantastica!

      Elimina
  14. E' ancora piccina, quindi gradirà il latte per cuccioli (lo si trova in piccoli tetrapak), perché non tutti i gatti sopportano il latte vaccino, anche diluito.
    I giochini sono importanti: oltre al solito tappo di sughero legato ad una cordicella, che può essere penzolante ad una maniglia della porta, oppure trascinato a mo' di topolino al guinzaglio, puoi far trovare una pallina morbida, un topino a molla, un gomitolo di lana. Ottimo un dito che sbuca da dietro a una porta, un'attrazione irresistibile.

    E' notevole che faccia le fusa così piccina: la mia ci mise parecchio prima di farle (ma ha recuperato con gli interessi).

    Ha un musetto bellissimo: avrà un bel caratterino. Vedrai che non rimpiangerai di essere stata scelta da Nina ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. fatta pallina con carta stagnola. Fa i numeri, uno spettacolo!
      ;)

      Elimina
  15. Nella sua cuccia puoi mettere una sveglia che le ricorda il battito della sua mamma.....e poi tanta coccole!!!!

    RispondiElimina
  16. Gli animali portano una gioia che non credevo possibile...quando Cesare è arrivato da noi io avevo paura dei cani...adesso dorme nel lettone!
    Tuo figlio imparerà a rispettare gli animali, ad amarli e a prendersene cura, è il regalo più grande che potessi fargli!
    Bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per il lettone devo riuscire a convincere il marito, ma sono certa che a Pietro farà bene!

      Elimina
  17. Grazie a tutte care le mie gattare (e gattaro)! Va già molto meglio, adesso ci cerca lei e qualche volta viene da sola a farsi coccolare. Gioca con Pietro tantissimo e lui è pazzo di lei... Le abbiamo dato un peluche e in effetti sta molto volentieri nella sua cuccia invece che sotto il mobile della cucina!
    Vi terremo aggiornati!
    Un bacio e una fusa da Nina!

    RispondiElimina
  18. Ecco finalmente la storia di Nina, ero un pò indietro con le letture, ma ti stavo seguendo su Instagram, sono bellissimi Pietro e Nina insieme. (su Instagram sono la_Cris_)
    ps.: non sapevo che si potesse riconoscere un gatto femmina dal numero di colori del pelo!

    RispondiElimina