5 dicembre 2014

Ultimamente #novembre


Ultimamente è stato novembre. E novembre è sempre un mese strano. Si è ormai ripartiti ma sembra sempre che qualcosa sia rimasto indietro. E ti senti come un pò sospeso. Partono i buoni propositi, che puntualmente si abbandonano a fine dicembre, non è ancora veramente inverno e tutto  già spoglio, è quasi Natale ma ancora non lo è, c'è il mio compleanno che è bello ma a volte fa effetto.
Passa il tempo, cose accadono, altre rimangono indietro, nuove si aggiungono, vecchie si dimenticano.

Ultimamente Lei è ovviamente cresciuta. Si sono ridotte le incomprensioni fra noi due, anche se ci sono giorni in cui ancora non capisco bene. O forse comincio a capire ma non ancora cosa fare. Perchè mai come in questo ultimamente le cose sono cambiate in continuazione. Perchè quello che va bene oggi non è detto che vada bene domani. Magari sì, e ti convinci che ce l'hai fatta, magari no e un pò di cacca ci rimani. E non mi si dica mai che il secondo è più facile perchè tanto ci sei già passata, il secondo non è altro che un nuovo primo.
Perchè i figli sono persone così tremendamente diverse tra loro da far capire come mai l'amore si moltiplica e non si aggiunge e basta.

Ultimamente faccio poche foto con qualcosa che non sia uno squallido cellulare, sgridatemi.

Ultimamente sono stata una settimana in villeggiatura dai miei. Credo di non essermi mai stancata tanto. Però è andata. La pupa spupazzata il giusto. Il pupo spupazzato il giusto e tanto tanto da me. Ha diluviato tutto il tempo, ho visto tutto il possibile parentame e forse anche di più, ho visto mia madre in crisi con una bimba urlante e quel dispiacere lì che conosco bene. Sai che sta fondamentalmente bene, i suoi sorrisi, la ciccia delle gambette e le dormite la notte ne sono la prova. Però ti dispiace quando si dispera così. E se andando avanti con il tempo tu hai un pò imparato a non farne un dramma, che a volte se se lo vuole proprio fare un pianto di gusto che se lo faccia, tu lì per lei ci sei. Ma chi come mia madre dispone di qualche giorno al mese non regge molto.
La controparte è che quando è meravigliosa tutto si amplifica, felicità compresa.

Ultimamente mi sono goduta Lui, e si vede.

Ultimamente comincio a sognare la solitudine. Perchè per quanto tu voglia una cosa, certi bisogni rimangono.

Ultimamente mi manca Lui. Lui che per il sonno è peggio della principessa sul pisello. Fosse stato madre non so come avrebbe fatto. Lui che dorme in salotto, perchè di giorno deve lavorare, occuparsi del cantiere della casa e dei suoi mille casini, tornare all'ovile e trovare spesso una gabbia di matti da domare. Mi manca fondamentalmente dormire con lui ma soprattutto svegliarmi con lui. E invece in questa casa piccola piccola Lei dorme in quella che era la nostra stanza e ha spodestato il papà.

Ultimamente quando Lei sorride di gusto è uno spettacolo unico. L'ho già detto, lo so.


6 commenti:

  1. Ti leggo e mi rivedo allo specchio qualche mese fa, compreso lui che e' stato spodestato e dorme sul divano. E' passato un po' di tempo da allora ma non e' più così, ognuno ha ritrovato il suo posto nel letto e nella vita, loro sono sempre in primo piano ma io e lui, stiamo facendo capolino da dietro ed anche se non siamo più i protagonisti, il nostro ruolo e' molto importante e comunque sarà un film di successo...lo stesso sta accadendo a voi!!!

    RispondiElimina
  2. Però pensavo a che fortuna sia in realtà avere il cellulare sempre dietro e di come in pratica abbia annullato quel senso di mancanza assoluta che era, un tempo, il voler fermare un'immagine ad ogni costo senza avere la macchina dietro (cioè il più delle volte).
    Comunque: evviva che di notte se la dorme: è tutto più in discesa...

    RispondiElimina
  3. Capisco bene: in tutto questo caos dei primi mesi per me è stato sempre molto importante andare a letto la sera e addormentarmi abbracciata a lui, come ho sempre fatto

    RispondiElimina
  4. Che faccia da furbetta che ha!!! Dai che le cose andranno sempre meglio, a poco a poco la capirai sempre meglio e lei farà sempre più sorrisi e meno urli! E troverete un nuovo equilibrio, ne sono sicura!!!

    RispondiElimina
  5. Quindi se ho capito bene, tua mamma comunque una mano te l'ha data...
    meno male dai, un'urletta divisa in due è sempre più gestibile.
    Ricordo il senso di frustrazione che aveva mia mamma con mia sorella, che era 'na piagnona!
    Il fatto che Lui ti manchi mi sembra molto positivo! Ci sono coppie che non si mancano per niente! :-/ A casa nuova sarà tutto più gestibile, vedrai! Un bacione

    RispondiElimina
  6. Il suo sorriso è davvero bellissimo!
    un novembre un po' sospeso ma pieno, leggo.
    dai, che presto le cose si stimeranno e Lui tornerà al suo posto!!!

    RispondiElimina