17 dicembre 2014

il mio piccolo bambino grande


Da quando c'è Lei tu mi sembri sempre più un piccolo gigante. Hai le mani più grandi, le gambe più lunghe, le spalle più larghe di prima.
Da quando c'è Lei fai parecchio girare le scatole. Probabilmente non più di prima ma io sono più stanca.
Lei ha stravolto anche la tua vita e tu non glielo rinfacci mai. Anzi. tu sai già volerle molto bene e anche questo ti rende grande ai miei occhi.
Io ci sono meno, sbuffo di più, osservo quando riesco.

Siamo andati a vedere quella che probabilmente sarà la tua scuola elementare. Piccola. Una scuola com'era la mia. Piccola. E tu ti sei seduto ad un banco, hai preso dei colori alla cattedra, e ti sei messo a disegnare. Un aereo che vola. E quando ti ho chiesto se sapevi come si chiamava il banco della maestra, mi hai risposto cattedra. E su quel banco sì sembri ancora piccolo,  ma è un banco e solo questo ti fa grande.
E sappi che mi sto battendo perchè quando ci si arrabbia con te non ti si rinfacci mai che sei grande. Perchè essere grandi deve essere una cosa buona, magari complicata, ma positiva. E mai una punizione.
Per la cronaca potrai sentirti ancora piccolo tutte le volte che vorrai.
Però sei grande quando fai la tua partita di calcio, non con papà ma con altri come te. E sono anche gli amici, L'avere degli amici e non solo dei compagni che ti fa grande.
Poi disegni tutti quei cuori, mi abbracci forte e vuoi me, per addormentarti.
Tu che hai saputo scegliere cosa vuoi che ti porti Babbo Natale, convinto, e aspetti, emozionato.
Tu che mi chiedi come si scrive una bellissima giornata per poi disegnarci sotto una bellissima giornata.
Tu che sei l'unico che ha ricordato quello che è successo. Perchè è un dolore di cui nessuno mi parla più, nessuno mi chiede più. E io me lo tengo per me. E poi arrivi tu e il tuo: Ma ti ricordi quando Ada c'era e poi non c'è stata più per un pò? E io ti ringrazio.
A te che sei il cocco di mamma. E io la mamma del cocco. Come dice papà.
Buon Natale amore mio. Rimani il mio più bel regalo di sempre.

18 commenti:

  1. Toccante e commovente.
    E t'assicuro che a settembre quando lo lascerai in classe con il suo zainetto e poi quando lo vedrai fare i compiti, imparare poesie e essere soggetto a valutazioni ti sembrerà piccolo piccolo ma grande grande......
    Un piccolo grande omino.

    RispondiElimina
  2. commovente come spesso sei... scoprirli fratelli maggiori, piccoli grandi uomini deve essere uno spettacolo!

    RispondiElimina
  3. Mio figlio ha la stessa età e le esperienze degli ultimi tempi l'hanno fatto crescere tantissimo ai miei occhi, e anche se posso comprendere solo in parte le tue parole mi hanno fatto commuovere, dolcissime e verissime! Complimenti ancora una volta, quando sarà grande - ancora di più ;) - leggera questo post e se possibile ti amerà ancora di più.

    RispondiElimina
  4. Bellissime parole...
    Devo ricordarmi soprattutto di smettere di ripetere sempre al mio primogenito che lui è grande quando lo sgrido perché tormenta il fratellino....

    RispondiElimina
  5. Anche io ho una "grandona" prossima alla scuola e un piccino di 5 mesi. Mi hai fatta piangere perché potrebbero essere mie quelle parole, anzi, sono (scusa se mi permetto) mie. Grazie per aver fatto uscire quelle emozioni che tengo dentro! Grazie perché come sempre mi arrivi al cuore!
    Betta

    RispondiElimina
  6. A questa età sono in una terra di mezzo meravigliosa, che mi stupisce tutti i giorni.

    Poi la saggezza e la profondità dei bambini è stupefacente, mi chiedo sempre quando l'abbiamo persa per strada!

    RispondiElimina
  7. Niente da fare....tu mi commuovi sempre.
    Buona Natale bellissima famiglia
    Vivy

    RispondiElimina
  8. Io da sorella maggiore c'ho sofferto davvero per questa cosa del dovermi sentire grande.
    Quindi sei bravissima a ricordartelo! :-) Anche se ogni tanto cedi non fa niente però..
    Sono stupendi insieme, ma che te lo dico a fa..
    Li hai fatti tutti e due forniti di occhi e ciglia da cerbiatti!

    RispondiElimina
  9. Ho i brividi per la tua dolcezza!
    Perché il primo rimarrà sempre il cocco di mamma anche se i secondi ci conquistano il cuore e trovano sempre il modo per strapparci un sorriso!
    Buon Natale!

    RispondiElimina
  10. che bello!!! ma lo sai che anche michy mi scrive bigliettini d'amore pieni di cuori??!! ti abbraccio e ti mando tanti auguri!!!!!

    RispondiElimina
  11. Quanto mi ci rileggo in questo post...
    Quanto sembrano grandi e quanto sono pazienti e quanto sono capaci di amare incondizionatamente,
    Sai cosa penso sempre, che quello che si siamo dati in maniera esclusiva con i primogeniti non potremo mai darcelo che i secondi e questo crea un legame indissolubile che resterà speciale per sempre!
    Buon Natale a voi...!

    RispondiElimina
  12. che dolci che siete....Buone feste

    RispondiElimina
  13. Non ero pronta. Sono capitata sul tuo blog per caso e non ero pronta a queste emozioni forti, non solo di questo post ma anche di altri.
    Questo è il bello di navigare in rete. Complimenti per le foto, davvero belle.

    Se ti va, vieni sul nostro blog e se ti piace ...follow us.

    Buon 2015

    RispondiElimina
  14. Che emozione. Quel suo ricordare a modo suo e per questo rendere il tuo cuore più leggero. Solo i "grandi" lo sanno fare e lo sta facendo in un momento che di sicuro per lui è uno dei più complicati, difficili e incomprensibili. Mi fa così bene leggere di voi perché mi rasserena gli stati d'animo che anche noi viviamo e che forse non riesco a vedere dalla giusta distanza.

    RispondiElimina
  15. Amica credevo di aver commentato ma non vedo il commento.
    Ti scrivevo che mi è mancato molto leggerti.
    Questo post è stupendo e mi sembra di vedere me con il mio Semmy.
    Ti abbraccio

    RispondiElimina