5 febbraio 2014

I miei pensieri sono le mie puttane (Diderot)


Ultimamente mi ritrovo a pensare un pò troppo. Passo dai discorsi filosofici alle argomentazioni politiche più populiste, da considerazioni deprimenti a riflessioni euforiche.
Che non sia una tutta giusta è risaputo.
Sto leggendo come una pazza, vuoi perchè di internet nella #casadimezzo ancora nessuna traccia, vuoi perchè ho tra le mani davvero dei bei pezzi di letteratura, vuoi perchè incredibilmente ho tempo da perdere, sta di fatto che penso troppo.
Ho tra le mani l'ultimo romanzo di Eric Emmanuel Schmitt, La giostra del piacere, un bel libro di più di seicento pagine che sto divorando alla grande. E' sicuramente definibile come romanzo erotico, al massimo erotico sentimentale, anche se non c'è amore senza sesso. Ed essendo il sesso una gran bella invenzione, se raccontato bene può essere davvero interessante, quasi quanto farlo. E' difficile trovare romanzi erotici non volgari, coinvolgenti, almeno per una come me, piena di pregiudizi e a volte bacchettona verso certi tipi di libri, le cinquanta sfumature ad esempio mi sono rifiutata di leggerlo (anche se in fondo in fondo avrei anche voluto) e  i romanzi nelle sezioni rosa delle librerie li snobbo in partenza. Mi sono concessa Bukowski in passato, ma a volte per leggere il grande Charles ci vuole la giusta pellaccia e poi è un'altra cosa.

Comunque, l'erotismo del libro prevede anche e molto il tradimento. Anzi, è dura che sia slegato. Come se fedeltà e passione fossero due cose difficilmente compatibili. Allora, non sono certo nata ieri e so bene che con il tempo, con lo stare sempre insieme, con l'abitudine, la passione prende una forma diversa. Passa a volte, a volte semplicemente cambia.
Ricordo ancora le mie infinite discussioni, prima che diventassimo genitori, sul fatto che non mi sentivo desiderata, che non c'era più quel fuoco e che non era più come prima. Insomma, ci dobbiamo passare, per quel momento, l'evoluzione non la accettiamo mica così a cuore aperto sempre. Che poi a ripensarci non è che io dimostrassi quella passione sfegatata quando mi lamentavo, non è che mi facessi trovare nuda sul tavolo della cucina quando lui tornava dal lavoro o che mi lanciassi in numeri da pornodiva e lui diceva no grazie. E se non ero stata dall'estetista poi nuda lui non mi ci vedeva proprio.
Noi facevamo l'amore, semplicemente, proprio come ora, magari non dieci volte al giorno e ovunque come i primi tempi in cui si stava insieme, ed era questo che non riuscivo tanto ad accettare.
Poi arriva un figlio e quando trovi il tempo di fare all'amore ne sei talmente entusiasta che ti dai ai numeri da circo, oppure sei talmente stanca che anche la cosa più veloce e meno romantica di sempre ti è sembra una gran performance. Impari a godere delle piccole cose, si sa. Poi però tu non ti piaci più e sei la prima che si lascia andare di meno, perchè un pò di pancetta è rimasta, perchè le tette non sono più le tette di una volta e allora non sei più a tuo agio come prima. Insomma devi imparare a piacerti anche così prima di poter pensare di piacere a lui, che quando ti ha conosciuta avevi un culetto sodo come solo le ventenni.
Poi superi anche questo e continui a fare l'amore, semplicemente, per fortuna.
Comunque volevo parlare di tradimento. E la domanda è questa: ma voi ce l'avreste il tempo per l'amante? So che il tempo per tutto volendo si trova ma intanto: dove lo trovi un amante? Al lavoro? Ecco io questa opzione non ce l'ho. Siamo tutte donne e i due uomini che ci sono, beh, nemmeno se fossero gli ultimi rimasti sulla faccia della terra. Voglio dire ne vedo un sacco di uomini per lavoro ma come si passa dal ok le mando il preventivo entro domani al ti va un caffè e una trombatina? Cioè, anche se volessi non saprei da che parte cominciare. L'amante lo si trova rispulciando la rubrica? Non credo e poi nel mio caso sarebbe davvero un casino visto che raramente ho amici solo miei in questa che è la città di noi due. L'amante si trova su social? Anche no. Non saprei dove trovare il tempo per incontrarlo, figurati per cercarlo così.
Che poi mi chiedo, senza nessun giudizio ma pura curiosità, chi ha l'amante non fa proprio sesso con il marito? O ne fa poco, pochissimo? Oppure ne fa tantissimo con entrambi? Del tipo ma tu quante volte lo fai? Beh almeno cinque, sei a settimana. E sti cazzi. Comunque io sono per la qualità più che per la qualità. Sì, anch'io, infatti parlo di cinque, sei volte di qualità.
E' solo per sesso che ci si fa un amante? Oppure si cerca una compagnia lontana dai tetris familiari quotidiani? Dal chi va a prendere il nano, chi paga la bollletta, chi si ferma a fare la spesa ecc ecc... Un pò di  svago e già che ci sei una trombatina? E poi ci si innamora? Io mi sono sempre innamorata di quelli con cui sono andata a letto. Mi sono spesso anche disinammorata presto ma all'inizio partivo sempre per la tangente. Cioè, sarebbe un gran casino.
Sull'ultimo D di Repubblica c'è un articolo scritto da una certa Juliet, giornalista freelance londinese, con due figli, un marito e un fidanzato. E lei è felice così. Sta bene con suo marito e dice che tutto è possibile proprio perchè ha anche un altro uomo. Le statistiche riportate nel suo articolo raccontano di una monogamia ormai passata di moda perchè nel 41% della coppie sposate (vorrei fonti un pò più precise ma va beh) almeno uno dei due partner ammette di essere stato infedele. Pensa tutti quelli che non hanno il coraggio di confessarlo. E Juliet sostiene che "la monogamia sembra essere diventata una prospettiva sempre più irrealizzabile se non poco attraente." Lei vive bene con il marito, uno dei loro figli ha la sindrome di Aspenger e quando dice che sono un'ottima squadra le credo, ci sono cose e situazioni che lo richiedono o si impazzisce. (tiene anche un blog sull'argomento).
E poi c'è Sam. Con cui lei ha una relazione non solo sessuale ma anche sentimentale alla luce del sole. Cioè l'amante frequenta la sua casa e lei ne parla con il marito apertamente.
"Sotto molti aspetti, il fatto di aver aperto la nostra coppia l'ha salvata, costringendoci a riconoscere ciò che di buono c'è nella nostra relazione, e al tempo stesso permettendoci di prendere una boccata d'aria ogni tanto."
Allora, forse lei è un pò un caso estremo,  e lungi da me criticare, del resto io ammiro chiunque sappia trovare un proprio equilibrio, personale e familiare, ma la monogamia è davvero così fuori moda?

Ve l'ho detto che penso troppo e scrivo troppo poco, mi fa male vero?!
mi farebbe bene anche un viaggetto vero?!

51 commenti:

  1. Mi gira la testa...non sopporto chi ammette di essere infedele e per giunta felice! E il marito pure consenziente, a me pare fantascienza, ma forse è solo invidia. Comunque, io sono tendenzialmente fedele, nel senso che con i fatti non ho mai tradito. Non ce la farei, morirei di sensi di colpa e questo credo faccia parte della cultura. Ma sono stata tradita, eccome! E non ne sono di certo stata felice. Nè mai mi è venuto in mente di dirgli, ma dai, portala a casa, che la facciamo conoscere ai bambini...ma non ci penserei proprio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ti capisco, sei stata anche brava a perdonare e lasciarti tutto alle spalle!

      Elimina
  2. Bah...ti dirò che quando leggo storie come quella che racconti, sono sempre molto scettica, mi sembrano studiate a tavolino per far parlare di sé...Non so, magari sbaglio, ma io credo che l'amore debba essere tra due persone, non fra tre. Addirittura poi portarsi a casa l'amate, col marito consenziente! Sarò antica ma mi sembra un po' una follia. Non sto giudicando, beati loro se si trovano bene con un menage così...originale.
    Detto ciò, io il tempo per l'amante NON ce l'ho, ma neanche se mi sforzo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ecco, io dovrei sforzarmi per trovarlo e quindi anche no!

      Elimina
  3. mi hai fatto sorridere e avevo la sensazione del tuo cervello che gira giara...anzi mi sono vista a chiacchierare con te...senza fiato non so...
    Io penso che i figli sono meravigliosi....ti danno tantissimo...ma ecco ti tolgono un sacco di tempo per fare sesso fatto bene. Diciamolo. Oggi si scherzava tra amiche. detto qs non so che dire beata a sta donna che ha tutta qs energia....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi piacerebbe potessimo chiacchierare senza fiato!

      Elimina
  4. Io sono ancora nella fase post parto in cui devo imparare a piacere di nuovo a me stessa,ad organizzare me stessa come mamma e compagna e ahimè, di sesso qui se ne vede poco attualmente. A prescindere dal fatto che al momento non mi passa nemmeno per l'anticamera del cervello l'idea di poter avere un altro uomo,vuoi perché non ne avrei il tempo,vuoi perché io amo il mio di uomo..ed è lui che voglio ritrovare!! Premesso questo devo ammettere di essere una persona schifidamente moralista e severissima con me stessa.Non mi permetterei mai di giudicare le scelte altrui ma non potrei più guardarmi allo specchio se avessi un altro uomo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. credo che un buon modo per ricominciare ad amarsi così come si è sia provare a fregarsene... per me è andata così, e quando ho capito che a lui piacevo lo stesso, proprio come prima, che nulla cambiava nel suo modo di fare l'amore con me, ho capito che forse mi ero fatta più problemi di quelli che c'erano! la voglia di fare l'amore torna facendolo, ricordandosi quanto bello è!

      Elimina
  5. Conosco e ho conosciuto talmente tante persone con l'amante che nulla mi stupisce, il tempo si trova, il coniuge accetta ogni palla che viene propinata. Tutto molto squallido, direi.
    Penso che con il sesso nella vita di coppia stabile vada un po' a fasi. ah anch'io sono un po' puritana con le letture. baci

    RispondiElimina
  6. Io sono fedele per mancanza di memoria e per risparmio energetico.
    Battute a parte (ma non scherzo poi tanto) credo che tradire in forma seriale sia abbastanza svilente. A me la monogamia piace, credo sia molto più stimolante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per risparmio energetico è bellissima e te la rubo!!!

      Elimina
  7. A me piace la monogamia, quando col Fid ci capiamo con uno sguardo, in un modo che io sento legato agli anni passati insieme, io sento le farfalle nello stomaco del primo innamoramento. E' una sensazione bellissima :) (Speriamo che lo pensi anche lui, speriamo davvero!)

    RispondiElimina
  8. Cavolo se pensi!!! Ora stai certa che per tutto il giorno lo farò anch'io su cosa hai scritto e magari stasera a cena ne parlerò con mio marito e litigheremo!!! Eh si, perché lui da qualche anno a questa parte e' diventato mooolttoooo geloso e pensare che ora per l'amante non ho davvero tempo!!! Mi ci manca solo quello!!! Prima, quando eravamo figli free, non era mica così?
    ......le cinquanta sfumature l'ho lette a pezzi (tutti e tre i volumi non si reggono credimi!) e non c'è nulla di erotico!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a me piace l'uomo geloso. giusto un pochino no?!

      Elimina
  9. misspandorabis6 febbraio 2014 09:26

    mah....io di storie strane qui al lavoro ne ho viste e ti posso assicurare che la gente si fa le storie extraconiugali piu di quanto possiamo immaginare. Io l'amambnte non lo voglio, non lo cerco e in tutta sincerità non saprei neanche gestirmenlo. Poi penso pure che già le cose cambiano nella coppia (le abitudini, le attitudini, il modo di amarsi e di fare sesso) che è già difficile cosi a starci dietro che in tre sarebbe davveo impossibile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma raccontamele! quanto vorrei un pò di gossip extraconiugale! mi ritrovo circondata da amiche e colleghe più monogame di me e sai che noia!! ;)

      Elimina
    2. mega festa di natale....gente che rientra in uff il giorno dopo ancora brilla eppoi si scopre che è rimasta a dormire da........ :-) e senza troppa malizia
      due fidanzati e colleghi anche se di uffici diversi.......e lei che se la fa con uno del piano di sopra ......quindi con un altro collega ancora (questa è proprio la chicca eh)

      Elimina
  10. Infedeli e tutti felici? Si può davvero?!
    Io sono una fedele, e spero anche lui (ma quel 41% mi mette i brividi!).. Abbiamo due figli e.. e il mio corpo non è di certo bello come a ventanni. Ma l'amore si fa. Spesso veloce, spesso tradizionale, ma si fa. E si fa con amore, con quel sentimento che ci lega, messo alla prova dai figli e dagli imprevisti della vita. No, non vorrei un amante, anche se a volte sarebbe bello tornare a fare gli "eterni innamorati senza problemi". Ma l'amore va oltre una notte di passione, va oltre al piacere di rompere la routine. Per me l'amore è tornare a casa, trovarlo in pigiama che mi sorride. E in quell'attimo chissenefrega se due marmocchi urlano, si strappano i giochi o si rotolano dal divano. Quel sorriso è lì per me. E io ricambio con l'Amore che solo in mio marito ho trovato.
    Roberta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è una dichiarazione d'amore splendida la tua cara Roberta... secondo me dovresti scriverla proprio così a lui...

      Elimina
  11. io il culetto sodo non ce l'ho mai avuto, la pancetta ce l'avevo anche prima dei figli, l'unica cosa per cui mi rammarico è la decadenza dell'impero tettomane, che faceva la sua bella figura quando si reggeva tondo e pieno, e continuiamo a fare sesso e a fare l'amore come prima.
    certo le maratone dei primi mesi non le abbiamo più replicate, ma abbiamo guadagnato in confidenza e qualità, e continuiamo ad affinare le nostre capacità di amatori, a volte con più trasporto e fantasia, a volte con più stanchezza e velocità, ma ne usciamo sempre contenti e vittoriosi!
    non mi stupisco poi di molto,se ne sentono tante in giro: quando abitavo con le mie amiche si era liberata una stanza, all'annuncio ha risposto una tizia, sposata e con figli, che avrebbe pagato la sua quota solo per avere una camera in cui venire con l'amante in pausa pranzo.
    non l'abbiamo presa, ma è un ottimo esempio di dove trovare il tempo per l'amante.
    detto ciò, da figlia di separati proprio per infedeltà, io voto monogamia, felice, quotidiana e soddisfatta, tutta la vita!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. beh lei almeno rispondeva all'interrogativo che mi pongo: facciamo anche che mi trovo l'amante in pausa pranzo ma dove consumo??? in macchina????
      cmq l'impero tettomane è crollato di brutto anche qui.

      Elimina
  12. tempo che manca, sì, ma soprattutto sensi di colpa onnivori. Mi sa che un amante per me, più che una benedizione sarebbe una iattura!

    RispondiElimina
  13. I put this into Google translate when people started landing on my blog through this page. Thanks for your nice comments. I have to confess, things aren't always perfect, but being honest - and being yourself in a relationship is much better than trying to please the other person all the time. Take care!,
    Juliet ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dear Juliet, thanks for writing me, I should have probably tweet you to let you know I was going to talk about your article. Things are never perfect, I would say fortunatly! Your story made me think a lot! I wish you the best for your life and your son!

      Elimina
  14. Mi viene da chiedere se il marito di Juliet conosca la sua storia con fidanzato. Perché forse, se la conoscesse, manco Juliet sarebbe così felice, no?
    Quel che mi viene da pensare a riguardo è che tradire non è semplice e a meno che non si è come Juliet fa soffrire, soprattutto se si ha rispetto della persona che stiamo tradendo. Io lo sconsiglio, insomma ma si sa che sono una sentimentalona incapace di distinguere amore e passione :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tu sì non fai testo, sei una sentimentalona che gira ancora con il cavallo bianco!

      Elimina
  15. Ma sinceramente, con tutti i casini che ho, giusto l'amante mi manca!

    RispondiElimina
  16. P.s.
    Ecco il link dei pirati:
    http://www.paratie-store.it/estore/?wpsc-product=il-paese-dei-balocchi-pirati-e-corsari-bordo

    RispondiElimina
  17. Il tradimento è un argomento che ho sempre trovato interessante e complesso, tanto è vero che spesso mi ritrovo a parlarne con le amiche e vengono sempre fuori cose interessanti e affatto banali.
    A me non appartiene e non certo per moralismi né perbenismi: proprio non è nelle mie corde.
    Però ciò che mi incuriosisce di più è: capita che accada un tradimento anche nelle relazioni che funzionano? O solo in quelle in cui c'è un "buco" di qualche tipo? E poi: ci sono incontri fatali talmente emozionanti e irrinunciabili, ed anche inevitabili, per i quali diventa impossibile non tradire? Per i quali non si riesce a rinunciare? O questi incontri avvengono e vengono recepiti solo quando c'è il famoso buco? Tu che dici Cecilia?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche per me è sempre stato un argomento intrigante... e poi è proprio quello che ti chiedi tu che mi incuriosisce di più. Manca qualcosa per cui si cerca l'amante o è un di più? come vedi rispondo con una domanda, forse dovremmo provare per capire, ma al momento mi va bene rimanere ignorante!

      Elimina
  18. ad avere un amante non ce la farei proprio e non per mancanza di tempo, visto che mio marito è spesso fuori, ma perché io sono un libro aperto e lui se ne accorgerebbe dopo il primo appuntamento! certo poi nella vita mai dire mai....però posso dirti che l'estate scorsa sono stata fuori per un week end con le mie amiche e lì la tentazione c'è stata perché ho conosciuto un tipo che era troppo bello+ la luna piena+il mare+le stelle+qualche mojto.... e devo dirti sinceramente che meno male che tipo non ci ha provato con me;-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. viva la sincerità, finalmente qualcuno che mi racconta almeno una tentazione!! un bacio amica!

      Elimina
  19. Un breve commento dalla parte di un uomo.... su un argomento estremamente complicato.... penso che chi cerca o trovi un amante lo faccia per sopperire a mancanze/carenze/esigenze che non trovano appagamento nella vita coniugale: ciò detto,e partendo dal presupposto che ognuno di noi ha una sua scala di valori/esigenze/priorità che ritiene indispensabili, che dire.... io non riuscirei ( e non vorrei ) gestire moglie ed amante,inevitabilmente subentrerebbe l'aspetto affettivo presto o tardi.... se poi ci sono figli la cosa si complica ulteriormente..... ma se volessi cercarmi un'amante dovrei prima fare introspezione e capire se con mia moglie è davvero finita ed in tal caso sarebbe meglio chiudere. Per quanto ovvio chiuderei anche a situazione rovesciata,nel caso cioè fosse lei a tradirmi,non evitando di farmi un serio esame di coscienza su mie eventuali colpe e/o responsabilità dell'accaduto. Opinione personale,ovviamente,e non certo di critica verso chi la pensa ed agisce in modo opposto ( però,presto o tardi,i nodi vengono al pettine ).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. finalmente una voce maschile! grazie!

      Elimina
  20. Per lavoro di tradimenti ne vedo troppi e vedo a cosa portano, almeno in molti casi: separazioni, divorzi, spese non indifferenti, rabbia, dolore e sofferenza.
    Non intendo andarmela a cercare! Non si può mai dire mai, certo, ma credo che se tradissi lo vivrei malissimo e no saprei tacere, quindi perderei mio marito che no, non lo perdonerebbe o accetterebbe mai. Se tradisse lui e lo scoprissi, per me sarebbe finita. Non giudico chi si comporta diversamente ma per me un impegno e' un impegno, un contratto un contratto e non si risulta inadempimenti!!!
    Al momento, comunque, non saprei ne' dove ne' come stare con un amante...mi toglierebbe il già pochissimo tempo che ho da dedicare al nano ed al marito.
    Quanto alle 50 sfumature, io ho letto parzialmente la trilogia: quello non è erotismo, e' scrittura spazzatura!

    RispondiElimina
  21. Non ce la potrei fare:
    1) a volte non ho tempo da dedicare a mio marito, figuriamoci ad un altro!
    2) amo mio marito e mi piace fare l'amore con lui, pertanto perchè dovrei cercare un altro?
    3) visto che mi piace mangiare, la pausa pranzo la utilizzo per quello.
    4) mi sentirei in colpa e non riuscirei più a guardare in faccia le mie tre gnome.
    E se ci penso un altro paio di minuti saltano fuori un sacco di altri buoni motivi per cui non ce la potrei fare.
    Ma la cosa più importante è: ho voluto tanto costruire questa famiglia, perchè dovrei portarla alla distruzione per un capriccio?
    Io la vedo così.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bravissima! anch'io non potrei saltare la pausa pranzo e non mangiare! ;)

      Elimina
  22. Dunque..sono ancora nella fase "superinnamorata di mio marito voglioinvecchiare insieme a lui e fare la festa dei 50 anni di matrimonio con tutti i nipotini intorno.."..insomma, non abbiamo ancora figli e non posso sapere come andrà, ma per me NOIDUE veniamo prima di ogni altra cosa. Lui mi piace troppo e non trovo un solo uomo in giro che possa anche solo lontanamente paragonare a Carl. Perciò non mi viene neanche in mente. Non capisco chi tradisce, perchè proprio non mi sono mai trovata nella condizione di desiderare un altro. Spero che tra qualche anno potrò scrivere le stesse cose!!! :)

    RispondiElimina
  23. Morirei ad essere tradita, eppure sento che succederà inevitabilmente un giorno ed è terribile pensarci.

    è anche un bene non averne il tempo perché ho paura delle tentazioni, la vita è vita, la passione è passione. Resistere alle tentazioni è sì essere saggi, adulti, maturi?, però forse anche un po' grigi e tristi e morti dentro.
    Ma non so magari rileggendomi tra qualche giorno non sarò più d'accordo con questi pensieri...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma no perchè devi dire così, inevitabilmente ti succederà?!
      Per il resto è anche il mio dubbio, davvero resistere alle tentazioni è così fantastico? O ci priviamo di qualcosa? Solo che al momento non riesco a trovarne di tentazioni!!!

      Elimina
    2. Resistere alle tentazioni non è fantastico.
      è cedere che è devastantemente doloroso.
      Non credi?

      Elimina
    3. credo sia quell'attimo dopo, quello dopo aver ceduto ed essesi goduto la tentazione che diventa complicato. Anche perchè si è trasformato in qualcosa che tentazione non è più...

      Elimina
  24. Un premio per te, se e quando ti va: http://mammavvocato.blogspot.it/2014/02/un-premio-dal-web-molto-gradito.html

    RispondiElimina