26 agosto 2013

Se volete sapere ciò che qualcuno teme di perdere, guardate cosa fotografa. - parte 1


Viaggiare fa sempre bene.
Allo sguardo, al cuore, all'anima, ai pensieri, si sa.
Quest'anno è stato breve e intenso. Abbiamo fatto un mini viaggetto in Croazia, passando per Zagabria, i laghi di Plitvice e l'isola di Cres.
Poco più di dieci giorni, dove i sentimenti sono stati molteplici.
Gli occhi si sono riempiti di tramonti e infiniti, di colori e di vento.

Zagabria è uno di quei posti che non sapevo come immaginarmi. Nè cosa aspettarmi.
Succede quando sai poco, hai letto poco o sentito poco di un determinato luogo.
Ne sono rimasta piacevolmente sorpresa.
Grande, verde, animata e organizzata.
Un pò Vienna, un pò est europa socialista, un pò all'avanguardia e un pò vecchia.
Un bambino che non ne voleva sapere di camminare e i musi lunghi che le sgridate comportano.
E io che lascerei correre. E lui che vuole educare sempre a tutti i costi.

Ma Zagabria è stata anche e soprattutto cielo azzurro, cielo blu, cielo nuvoloso e pioggia a dirotto.
E' anche mercati come piacciono a me, confusi, disordinati, caotici e colorati.
E' tante librerie e tantissimi caffè, tutti rigorosamente all'aperto.









E' anche arte contemporanea, un museo di quelli per cui ti chiedi ma perchè? oppure questo avrei potuto farlo anch'io eppure saranno gli spazi grandi o il fatto che tutto può essere che rimango quasi sempre a bocca aperta. E in questo caso è stato così.





Poi c'è l'orto botanico, tu entri e ti avvicini al guardiano chiedendo quant'è? e lui ti guarda e dice semplicemente: niente signora, è un parco, aria aperta, è gratis. E così ti perdi tra orchidee e tartarughe gratuitamente.





E infine ci sono stati i cesti di pop corn e le pitture per strada. E mentre lui dipingeva io sono stata a lungo trattenuta dal vecchio pittore, colui che offriva i suoi colori ai più piccoli, che mi raccontato grandi cose in croato. E nonostante io abbia cercato in tante altre lingue di spiegargli che mi spiace ma proprio il croato non lo capisco mi sono poi arresa e ho semplicemente ascoltato. Senza capire nulla. 




to be continued....


13 commenti:

  1. Tenendo conto che nel post di oggi del mio blog ho allegato la fotografia del mio sorriso, il tuo titolo mi ha fatta riflettere.
    Tornando alle tue immagini: CHE MERAVIGLIA! Che colori e quanta vita! Tanta invidia davvero! Sono immagini che sanno di vento!

    RispondiElimina
  2. Il secondo post sulla Croazia nel giro di 3 secondi. Zagabria sembra meravigliosa, ma sono certa che ci sia l'aiutino dei tuoi scatti. Brava!!!!

    RispondiElimina
  3. In Croazia sono stata un po' di volte, ma solo in Istria e una volta mi sono spinta fino all'isola di Krk.
    Mi è rimasta una gran voglia addosso di laghi di Plitvice.
    E da adesso anche di Zagabria.

    RispondiElimina
  4. Loro vogliono sempre educare perché il tempo che ci passano e' minore. Siamo noi mamme che spesso "lottiamo" con loro tutto il giorno. Inevitabile che a volte vogliamo lasciar correre. Comunque nei 15 giorni in cui ho goduto della presenza del Principe per 24 h., ho cercato di carpirgli qualche segreto!!! ;-)))

    RispondiElimina
  5. Ho letto il post ma sono ancora ferma al titolo. Non avevo mai pensato alle foto in questi termini così... illuminanti!

    RispondiElimina
  6. Tu dici che è sempre così??? Comunque le tue foto sono pazzesche. Hai un vero talento. E mi piace pure il modo in cui le accosti. ma come fai?? brava.

    RispondiElimina
  7. Come sempre le tue foto rendono giustizia sia alle cose sia alle sensazioni, perfette!
    Aspetto dunque il resto del viaggio ...
    Quest'anno avrei voluto saper anch'io fotografare i momenti e i cieli azzurri, ci ho provato con scarso successo ma almeno mi serve per tenere a mente ciò che amo.

    RispondiElimina
  8. si respira, giardando le tue foto, danno un senso di luce, di tranquillità, di serenità...devono essere posti splendidi e tu hai una mano meravigliosa!

    RispondiElimina
  9. Ok, segno sulla lista infinita di mete da visitare Zagabria!!
    Le tue foto sono belle e tuo figlio ha la posa dell'artista!

    RispondiElimina
  10. Il titolo del tuo post mi ha aperto un portone che sto cercando di tenere chiuso. Quanta verità in due righe.

    RispondiElimina
  11. Ovviamente adesso ho voglia di vedere anch'io questa città, le tue foto sono sempre meravigliose, complimenti!
    L'idea del pittore è semplicemente geniale, adorabile.
    Aspetto il prossimo post
    Bacio

    RispondiElimina
  12. Anche io adoro i mercati caotici e quel cielo azzurro è meraviglioso. Bella vacanza :)

    RispondiElimina