5 luglio 2013

la mia conchiglia


Ed è così che oggi la mia conchiglia è arrivata, mano nella mano con la mia perla, sulla spiaggia di Nina.
Perchè quando qualcuno disse  che la felicità è reale solo se condivisa, beh aveva ragione.

Lo stesso vale per la sofferenza.
Sentirsi soli amplifica il dolore.

Così ci si sente insieme.
E lo sappiamo tutti quanto sia meglio.


17 commenti:

  1. Tesoro. Che bella la tua conchiglia.
    Hai ragione a volere tutto, ci pensa la vita a ridimensionarci, se serve.

    RispondiElimina
  2. Leggeri insieme a Nina e' stato commuovente...e tu, lei, voi, siete speciali.

    RispondiElimina
  3. Una bellissima storia d'amore!

    RispondiElimina
  4. Ciao, arrivo dalla spiaggia di Nina. Ho letto qualche post qua è là e mi sei piaciuta molto...ti seguiró...di cose in comune ne abbiamo varie. A presto.

    RispondiElimina
  5. grazie. Non riesco a trovare altre parole. Per esserci e per il vostro sostegno...

    RispondiElimina
  6. approdo qui perchè ho sentito tanto parlare di te...e per ultima la conchiglia di Nina!
    bella la tua storia...tanta forza...
    ti auguro di realizzare il tuo sogno.
    un abbraccio

    RispondiElimina
  7. ciao Cecilia, ho letto la tua conchiglia (molto poetica) sulla spiaggia di Nina, così son passata a curiosare anche qui: hai un blog (e un bimbo) bellissimo! Complimenti! E mi piacciono molto anche le tue fotografie... poi ho visto che vivi a Padova, anche io ci ho abitato per 6 anni circa, e un po' la sento ancora casa mia, quindi mi è piaciuto tanto rivederla attraverso le tue foto. TOrnerò a leggerti. Buona settimana!
    Silvia

    RispondiElimina
  8. E' una storia bellissima la tua :)

    RispondiElimina
  9. ti auguro.... che in una notte magica quest'estate succeda la stessa cosa che è già successa una volta.... un abbraccio!

    RispondiElimina
  10. Ti leggo da poco, conchiglia meravigliosa.
    Ti auguro il meglio!

    RispondiElimina
  11. Mi piaci un sacco, sei tosta Cecilia!
    Tieni duro

    RispondiElimina
  12. Ti capisco benissimo. Il mio primo figlio è arrivato senza problemi e pensavamo che anche il secondo sarebbe arrivato con la stessa spensieratezza. E' stata dura invece sbattere contro a quello che ci aveva riservato il destino. Tanta fatica per rimanere incinta, la gioia e poi, per due volte, la perdita. Ma dopo 4 anni di sofferenza ho potuto stringere di nuovo una nostra creatura fra le braccia e tutto è stato dimenticato. Auguro a te lo stesso con tutto il cuore..

    RispondiElimina