23 giugno 2015

non saprei proprio che titolo dare a questo minipost


C'è un momento in cui il passaggio da due a tre diventa evidente. E' abbastanza immediato. Il passaggio da tre a quattro invece è molto più lento. Poi però ti ci trovi immerso fino al collo. E di colpo diventa naturale. Si pensa per quattro, ci si muove per e in quattro, si ride in quattro, ci si fa in quattro.
Ad un certo punto però, che sia la prima volta o la seconda, dopo mesi di gambette cicciottelle e pannolini, c'è bisogno di tornare nel mondo dei grandi. Fissare appuntamenti che non siano con il pediatra, parlare di cose dove i tuoi figli non c'entrano proprio nulla con persone che con i tuoi figli non hanno niente a che fare, dire un parolaccia di gusto quando ci sta.
Prima o poi, secondo me, è sano che lo provino tutte le madri.
Come coppia l'unica soluzione arrivati a questo punto sarebbe mollare i figli per 48 ore e andare via insieme da soli.
Infatti io sto per andare al mare con mia madre e i bambini.
(che amo tanto, certo).

4 commenti:

  1. Rimboccati le maniche allora e...goditeli!!!
    Con Lui...saprai recuperare!!!
    Divertitevi :-)

    RispondiElimina
  2. Uhhhhhh!!!! L'ho fatto lo scorso anno!!!! Aspetto di sapere tutto!!!

    RispondiElimina
  3. Ihihih, ero pronta a tuonare "Ma come cavolo fai a smollare la piccoletta??" Perché ti avrei subito copiata, beninteso! Invece anch'io sto preparando le valigie per un mese (UN MESE) di riviera romagnola con piccoletto e nonni. OMG

    RispondiElimina
  4. Io ci ho provato un anno (intendo la vacanza con la nonna e il nano) ma...non credo che lo rifarò tanto presto!!!
    Aspetto il tuo resoconto!

    RispondiElimina