7 luglio 2014

Prima vs seconda. Chiamatemi pure Bastian (contrario).


Il confronto è una di quelle cose naturali a cui siamo perennemente abituati e quindi allenati.
Confrontiamo tutto, prezzi, prodotti, idee, luoghi, fidanzati, estati, viaggi, sensazioni.
Figli.
Il confronto fra fratelli non andrebbe fatto visto che passiamo molto tempo a cercare di insegnare a quegli stessi figli il valore della diversità e dell'unicità. Però si fa, alla grande e continuamente.
Confrontiamo, paragoniamo, confrontiamo, paragoniamo.
Non c'è niente di male, è inevitabile. E spesso necessario. Per provare a capirci qualcosa.
E se tuo figlio fisicamente è ancora senza sorella quello che si può fare aspettando è confrontare le gravidanze.
Così posso avere l'ennesima conferma che sono fatta al contrario di quello che è la norma.

Solitamente la prima gravidanza, essendo una cosa mai provata prima, porta la futura mamma a documentarsi tanto, a fare attenzione a tutto quello che mangia, beve, fa. Si seguono corsi, si leggono libri e articoli sull'argomento, si riposa tanto e si è totalmente concentrati su quella pancia che cresce.
La seconda è di solito molto meno seguita, essendoci spesso il frutto della prima a occupare molto del tempo che prima era libero.
Bene, nel mio caso non è proprio così.
La mia prima gravidanza è stato un fulmine a ciel sereno. E la sensazione che la natura sapesse il fatto suo e che avrebbe fatto un buon lavoro senza che io impazzissi è stata la costante di quei nove mesi. Non lavavo tutto tutto come si deve, un panino al prosciutto crudo, ma sì dai cosa vuoi che succeda?!, uscivo fino a tardi, non mi riempivo di creme anti smagliature, non prendevo sempre sempre tutte le vitamine che avrei dovuto, non studiavo molto sull'argomento, convinta (povera illusa) che anche dopo la natura mi avrebbe guidato, ho traslocato e spostato mobili e scatoloni senza nessuno scrupolo, non avevo nausee, non mi curavo dei molti chili in più che stavo prendendo, non riposavo quando avrei dovuto, se non la domenica mattina come era sempre stato. Perchè andavo a ballare. Ah, bei tempi.

Questa seconda gravidanza invece è stata tanto, ma proprio tanto cercata.
Tre anni sono tanti quando devi aspettare. Tre anni sono troppi quando il mondo ti dice non pensarci.
E poi la natura sa rilevarsi davvero malvagia. E poi buona di nuovo.
E adesso sono peggio della miglior donna incinta del mondo. Non mangio nulla che non sia stato disinfettato con cura, non passano due ore senza che mi lavi le mani, non tocco la gatta da mesi anche se so che non è accarezzandola che mi prendo la toxoplasmosi, mi spalmo e rispalmo di creme nell'ordine: antismagliature, antimacchia anche se devo dire che questo giro la mia faccia davvero sembra un campo di battaglia, solari ad altissime protezioni, tutte rigorosamente naturali, niente alcol, nè parabeni ecc. Mi sono informata molto su tutte queste cose, ho messo un cuscino sotto il materasso per aiutare la circolazione, bevo litri di acqua, mangio per due comunque, piccina Lei va nutrita, non c'è spesa al mercato senza carrellino, non faccio nessuno sforzo, non metto le ballerine, conto i movimenti, ne osservo la tipologia, mi informo da Santo Google quando ho un dubbio. Ho un sacco di dubbi. E l'elenco delle cose da manuale che non faccio potrebbe essere molto lungo, ma mi sto annoiando a scriverlo pensate a leggerlo.
Rimane il fatto che per il resto del mondo questa è la seconda gravidanza, mica un evento così eccezionale come il primo, Lui compreso. Non è sempre lì a sentire la sua creatura che nuota dentro di me, non è così attento a cosa faccio, come la faccio, non è un complimento continuo su quanto la gravidanza e i suoi chili mi stiano bene, non mi tiene per mano sempre sempre, anzi mi fa notare che sì in effetti cammini proprio un pò troppo lentamente.

Ancora dieci settimane. E poi la vera nuova avventura sarà qui. E anche la leggerezza. E la stanchezza vera.
E il sushi.
Dai dai dai.

32 commenti:

  1. Vedrai, nonostante tutto, informata o no, andrà benissimo e sarà una sorpresa!

    RispondiElimina
  2. E' la consapevolezza di quanto siano preziose certe cose a renderci iperprotettivi. Ma non esagerare! Secondo me la natura sa sempre e cmq il fatto suo :)

    RispondiElimina
  3. Che bello! mi è piaciuto molto quello che hai scritto. Un grande in bocca al lupo;-)
    Vivy

    RispondiElimina
  4. Anch'io ho vissuto le due gravidanze proprio come te...poi quando nasce è pure peggio! Con la prima non mi preoccupavo di nulla, se c'è uno spigolo e non lo vede....lo vedrà la prossima volta. Col piccolino invece rasento la paranoia ad ogni passo che fa!
    Eppure io sono la stessa....o forse no?! Mmmmmmh in effetti, no, non sono la stessa.

    RispondiElimina
  5. Ti abbraccio forte, comunque!

    RispondiElimina
  6. Ecco, io sono alla terza gravidanza (ma la seconda era la stessa cosa..) e: mangio di tutto, frutta lavata col bicarbonato anche no, vitamine a giorni alterni, cremine costano troppo, in quanto sei? aspetta che controllo l'app sul telefonino. Non vedo l'ora che nasca, perché allora sì che sarà magico esattamente come la prima volta...
    Tu però fai benissimo a godertela!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dici che è godersela?! scherzi a parte, in realtà sto bene e me la vivo bene, solo forse un pò troppo attenta, e poi anche io non vedo l'ora che nasca!

      Elimina
  7. Io sono nella fase in cui la "natura è malvagia"! E la prima volta che lo scrivo! E comincio a pensarlo sul serio! e non credo che non pensandoci qualcosa accadrà! Ma mi piace leggerti e credo che sia assolutamente naturale il tuo atteggiamento, le tue emozioni! In bocca al lupo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ho letto il tuo blog che poi si interrompe... Spero che la natura non sia stata troppo crudele e ti ringrazio per le tue belle parole... un abbraccio a te...

      Elimina
    2. grazie per la risposta! la natura mi ha regalato una magnifica bambina, ma ora mi sta mettendo i bastoni tra le ruote...(da quello che ho letto) come ha fatto con te! un abbraccio e goditi ogni istante di questo magnifico dono!

      Elimina
    3. la natura mi aha regalato una magnifica bambina! ora mi sta mettendo i bastoni tra le ruote (da quello che ho letto!), come ha fatto con te! Goditi ogni singolo istante di questo magnifico dono, sono certa che te lo meriti! un abbraccio!

      Elimina
    4. oh sì i figli sono così, tanto belli quanto ci mettono in crisi... tieni duro! un abbraccio

      Elimina
  8. Confermo di essere anch'io contro conrrente...con la prima davvero ingenua e sprovveduta, con la seconda molto attenta ad ogni dettaglio, con la terza...maniacale!!! Ho cambiato e sovvertito qualsiasi regola ed abitudine...per fortuna tutte e tre sono meravigliose nonostante questa pazza mamma!!! in bocca al lupo

    RispondiElimina
  9. Credo accada quando le cose arrivano all'improvviso. Quando si sono fatte a lungo desiderare e attendere. Credo abbia a che vedere con la consapevolezza, anche.
    La natura è stata clemente, nonostante tutto e tu sei una brava mamma, oltre che una bella persona.
    Vi abbraccio.

    RispondiElimina
  10. Mi commuove sempre leggere di te..di "voi".
    P.s. i maschi poi si sa...sono quel che sono ;-)

    RispondiElimina
  11. Bella questa voce un po' fuori dal coro.. a vederti tutta panzuta in Corsica e poi in Portogallo, super sportiva e giramondo, mi ero immaginata una te meno "preoccupata", anche se in senso positivo.. Mi fa piacere invece leggere che sei così attenta, e mi viene da pensare che sia forse un po' anche l'età! ;-) 5 anni fa eri più spensierata magari? Meno consapevole? E poi sono d'accordo con quello che dice Eva.. dopo tanta attesa la natura ti ha fatto questo regalo meraviglioso, e ci sta che tu sia protettiva e attenta al tuo corpo. Una abbraccione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non credo di potermi definire preoccupata, non più per lo meno, e credo che sia anche molto dovuto all'età come dici tu... Giramondo anche su una gamba sola se dovesse essere! ;)

      Elimina
  12. Manca così poco!!! Comunque forse c'entra un po' anche l'età! Ehi non dico che sei vecchia eh...però qualche anno in meno fa vivere tutto con più leggerezza e meno ansia credo. Nel mio caso e' stato un po' il contrario ma io ero già "vecchia" con la prima gravidanza e la spensieratezza non l'ho vissuta nemmeno con la prima. Con la seconda e' successo quello che hai detto tu, il dover star dietro al primo bambino, mi ha quasi completamente distolto dal pensiero della pancia e quei nove mesi sono volati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. manca poco vero???!!!! aiuto!!!!!

      Elimina
    2. Eh si manca pochino! :-))))

      Elimina
    3. Come? No, no un attimo: 10 settimane sono un'infinità. Devono esserlo! Perché anche a me ne mancano circa uguali e ho un mondo di cose da fare ancora!!! ;)

      Elimina
  13. IO la prima gravidanza l'ho vissuta con leggerezza, stavo bene, ero giovanissima, inesperta e poco coscienziosa...
    La seconda, aspettata e cercata a lungo, l'ho vissuta tranquillamente, con pacatezza...
    Dieci settimane possono essere tante, ma anche poche :P

    RispondiElimina
  14. Io sono ancora alla prima gravidanza quindi non posso fare confronti ma ho idea che potrei essere un po' come te. Intendiamoci, faccio la brava e lavo frutta e verdura, niente salumi, cerco (con risultati altalenanti ^^') di mantenere uno stile di vita sano. Eppure visto che gli ultimi 4 mesi della gravidanza hannk coinciso con un periodo di super lavoro sia x me che x lui di fatto la Pancia è passata in secondo piano taaaante, troppe volte. Anch'io non mi sono riguardata come avrei dovuto, non ricordo mai a che settimana sono e mi perdo tanti piccoli progressi delka crescita :( Penso spesso che sia un gran peccato e, sotto sotto, spero di poter recuperare in una seconda gravidanza!
    P.s. perché le ballerine no? Il indosso solo quelle :s

    RispondiElimina